The Missing Planet

Visioni e revisioni dei "tempi sovietici" dalle collezioni del Centro Pecci ed altre raccolte

Fine - 03/05/2020

Luogo - PRATO – Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci

Indirizzo - Viale della Repubblica 277

Uno sguardo sullo stato dell’arte e della ricerca artistica nelle ex repubbliche sovietiche a trent’anni dalla caduta del muro di Berlino

The Missing Planet

 

Il Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci di Prato è la prima istituzione italiana progettata da zero e aperta nel 1988. 

L’obiettivo dei fondatori è stato quello di presentare, collezionare, documentare e supportare le ricerche artistiche di arti visive e performative, cinema, musica, architettura, design, moda e letteratura 

Dopo la caduta del muro di Berlino il Centro Pecci dedicò, tempestivamente e pionieristicamente,  una mostra alla scena artistica non-ufficiale sovietica, sull’onda della Perestrojka.  

Nella primavera del 1990,  la mostra Artisti Russi Contemporanei, testimoniò l’euforia del momento  ma anche la nascita di un sentimento di timore verso il futuro. 

A quella prima mostra, il Centro Pecci ne fece seguire un’altra Progressive Nostalgia, che testimoniò la disillusione del mondo post-sovietico . 

In essa si evidenziavano i limiti di un incerto e contraddittorio processo di transizione e integrazione in Occidente,. 

La crisi del capitalismo finanziario, lo smantellamento dei diritti sociali e la svolta autoritaria del liberismo, hanno rimesso in  discussione l’ottimismo iniziale, registrando lo sconforto di fronte al fallimento del presente. 

The Missing Planet si propone oggi , fino al 3 maggio 2020, come attuale e ultimo capitolo dell’ideale trilogia post-sovietica al Centro Pecci . 

Sono presenti opere della collezione del Centro Pecci  assieme con altre provenienti da importanti collezioni e istituzioni italiane e internazionali. 

L’obiettivo è comporre una ‘galassia’ delle principali ricerche artistiche sviluppate nelle ex repubbliche sovietiche tra gli anni Settanta e oggi. 

ORARI

Martedì – mercoledì – giovedì – sabato – domenica dalle ore 10.00 alle ore 20.00
Venerdì dalle ore 10.00 alle ore 23.00
Chiuso il lunedì

Telefono: 05745317

Leave a Comment

Nel salotto del collezionista

Un percorso espositivo gratuito reso straordinario da capolavori di Francesco Hayez, Giuseppe Pellizza da Volpedo, Gaetano Previati, Giacomo Balla, Adolfo Wildt provenienti da prestigiose istituzioni museali della Lombardia UNA GRANDE MOSTRA SU ARTE E MECENATISMO LOMBARDO TRA 800 E 900

Leggi Tutto »
Time Machine – Vedere e sperimentare il Tempo

Time Machine – Vedere e sperimentare il Tempo

Cinema, video e videoinstallazioni proposte come vere e proprie “macchine del tempo”, secondo tre diverse accezioni: come media capaci di registrare, archiviare e ripresentare fenomeni visivi e audiovisivi  Time Machine – Vedere e sperimentare il Tempo     Nel 2020

Leggi Tutto »

Della materia spirituale dell’arte

MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo riunisce alcuni tra i più importanti protagonisti della scena artistica dei nostri tempi in una grande collettiva sul tema della materia spirituale dell’arte  Della materia spirituale dell’arte     Il MAXXI –

Leggi Tutto »

The Missing Planet

Uno sguardo sullo stato dell’arte e della ricerca artistica nelle ex repubbliche sovietiche a trent’anni dalla caduta del muro di Berlino The Missing Planet   Il Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci di Prato è la prima istituzione italiana progettata

Leggi Tutto »