SUSTAINABLE THINKING. Firenze, Museo Salvatore Ferragamo

Una mostra sul tema della sostenibilità: la capacità dell’uomo di soddisfare i bisogni del presente senza compromettere quelli delle generazioni future

 

Sustainable Thinking

FIRENZE – Museo Salvatore Ferragamo
Palazzo Spini Feroni, Piazza SS Trinità, 5b – 50123 Firenze

Fino al 8 marzo 2020

 

Sustainable Thinking
EL ANATSUI – Energy Spill (2010) – Fili di alluminio, fili di rame e tappi di bottiglia
Collezione Privata

 

La mostra SUSTAINABLE THINKING aperta fino all’ 8 marzo 2020 presso il Museo Ferragamo di Firenze rappresenta dunque un percorso narrativo che si snoda tra le pionieristiche intuizioni del Fondatore Salvatore Ferragamo nella ricerca di materiali innovativi e le più recenti sperimentazioni in ambito green.

La mostra vuole infatti innescare una riflessione collettiva sul tema cruciale della sostenibilità e della capacità dell’uomo di “soddisfare i bisogni del presente senza compromettere la possibilità che le generazioni future riescano a soddisfare i propri”.

È una sfida che interessa l’uomo in ogni aspetto del suo vivere quotidiano e l’equilibrio deve essere ristabilito, a partire da un modo di pensare consapevole e condiviso, in grado di elaborare nuove strategie di sviluppo e di convivenza.

L’industria della moda sta affrontando infatti la via della sostenibilità, con l’adozione di nuovi materiali ecologici e performanti e il perfezionamento dei processi produttivi.

In mostra artisti che si confrontano con fashion designer, aziende produttrici di tessuti e di filati che propongono una pluralità di spunti per una progettualità in grado quindi di impiegare le nuove tecnologie senza subirle con l’attenzione rivolta a salvaguardare il nostro ecosistema.

Tra le opere più interessanti in mostra “Invasion” dell’artista camerunense Pascale Marthine Tayou con un chiaro richiamo ai luoghi più inquinati della terra, dove la plastica ha annientato la natura.

Si può ritrovare anche l’opera “Mach den mund welt auf” dell’artista tedesco Joseph Beuys vero precursore delle tematiche ambientali; nonchè l’arazzo “Energy spill” realizzato con tappi di bottiglia dai mille colori del ghanese El Anatsui.

 

Orari:
Tutti i giorni 10.00 – 19.30
Chiuso 15/8 -1/1

 

Informazioni:
Tel: +39 055 3562846
E-mail: museoferragamo@ferragamo.com
Sito web: https://www.ferragamo.com/museo/it

Leave a Comment

Blow through the gap di Rodrigo Matheus

RODRIGO MATHEUS. Blow through the gap

Opere che producono un dialogo accattivante tra l’oggetto artistico e l’ambiente architettonico che le ospita. Fino al 25 agosto in mostra a Locarno   Blow through the gap di Rodrigo Matheus LOCARNO – Fondazione Ghisla Art Collection Via Antonio Ciseri

Leggi Tutto »

ART DEALER, una professione

Lavorare nell’arte? Da settembre a Milano il corso per fare l’art dealer. In 170 ore si diventa un vero esperto di financial and art dealer coaching con certificazione internazionale ART DEALER una professione Comunicato Stampa Dal 27 settembre 2019 al

Leggi Tutto »
Latifa Echakhch. Romance. Installation view at Fondazione Memmo, Roma 2019. Photo Daniele MolajoLatifa Echakhch e Romance

LATIFA ECHAKHCH. ROMANCE

Fino al 27 ottobre, a Palazzo Ruspoli a Roma, Latifa Echakhch e il suo mondo favolistico fatto di installazioni in cemento   Latifa Echakhch e Romance ROMA – Fondazione Memmo Palazzo Ruspoli – Via di Fontanella Borghese, 56/b – 00186

Leggi Tutto »