Riccarda Bianco: “Spazialità 4”

Sono  mondi variabili da uomo a uomo ma anche, nello stesso individuo, da attimo ad attimo di esistenza

Riccarda Bianco: “Spazialità 4”

 

La serie volumi flessibili si inserisce nella ricerca di Riccarda Bianco sul rapporto oggetto-occhio- mente.

L’artista cerca di trasferire sulla tela tre momenti della sua attività:

  • il momento in cui le cose che la circondano attirano la sua attenzione e impressionano l’occhio
  •  la lettura di questa impressione nella mente
  •  la traduzione di queste impressioni in immagini in cui spazio, forma e colore possono variare a seconda delle condizioni esterne (luce, colori, movimento…) ed interne (stati d’animo, sovrapposizione di pensieri ecc.)

Lo stesso oggetto diventa un volume che si colloca nello spazio ma viene rappresentato in modi variabili secondo la flessibilità del rapporto con la mente.

Con questa serie di opere Riccarda Bianco ci invita a considerare il mondo che ci circonda come un’infinità di mondi costruiti da ogni individuo nella propria interiorità.

Sono  mondi variabili da uomo a uomo ma anche, nello stesso individuo, da attimo ad attimo di esistenza.

 

Collezione dell’Artista N _297 catalogo generale

LUOGO: Collezione Pikasus Art Gallery

INDIRIZZO: FOSSALTA DI PORTOGRUARO (VE)

Continua la presentazione di una selezione di opere dell’artista Riccarda Bianco, secondo un percorso libero e casuale, non necessariamente legato alla cronologia o alla tecnica o alle tematiche del lavoro

Profilo

  • Riccarda Bianco (1949) artista autodidatta che da trent’anni si dedica con intensità a lavori che esprimono la sua creatività nelle tecniche più varie.
    La sua sperimentazione continua è manifestazione della volontà di recuperare il tempo passato in altra attività lavorativa, per esprimere con l’arte la propria dimensione interiore in modo completo.
    Lavora spesso di notte, memore di quando l’impegno lavorativo giornaliero in reparto ospedaliero non le permetteva di sviluppare la su ricerca artistica alla luce del sole.
    Si è dedicata alla scultura in argilla, alla pittura ad olio, acrilico e tempera, ai collages con materiali vari e, ultimamente, si è perfezionata in opere d’arte calligrafica dove poter esprimere la sua personalità forte di una tecnica raffinata, acquisita con un lungo periodo di formazione.
    Lavora in ogni caso d’istinto “gettando” nell’opera tutte le sue tensioni interiori, le passioni ma anche i sentimenti positivi che accompagnano la sua esperienza umana.
    Questa sua continua ricerca e sperimentazione ha prodotto opere che vengono raggruppate in serie, che sono sempre espressioni di soluzioni stilistiche particolari o sensazioni interiori forti.

Riccarda Bianco: “Spazialità 4”

  • L’opera fa parte della serie VOLUMI FLESSIBILI
  • Supporto: Tela 40×100
  • Tecnica pittura acrilica
  • Anno 2014

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.