Remsen Wolff: Amsterdam Girls

Inizio - 11/09/2020

Fine - 06/12/2020

Luogo - AMSTERDAM – Foam Museum

Indirizzo - Keizersgracht 609 Amsterdam, Olanda

Autunno al FOAM di Amsterdam  con Remsen Wolff fotografo americano  di transgender, transessuali e drag queen.

Remsen Wolff: Amsterdam Girls

 

Joris, Amsterdam, April 24, 1991© The Remsen Wolff Collection, Courtesy of Jochem Brouwer 2020
Joris, Amsterdam, April 24, 1991© The Remsen Wolff Collection, Courtesy of Jochem Brouwer 2020

 

Inaugurato nel dicembre del 2001, il FOAM è uno dei migliori musei di fotografia al mondo.

Le sue sale ampie e luminose sono sviluppate su tre piani ed ospitano lavori di tutti i generi fotografici.

Si va dalla fotografia d’arte al documentario, dal reportage storico alla street-photography, dai ritratti agli scatti per la moda.

La sua programmazione prevede la realizzazione continua di mostre temporanee,; tra queste Amsterdam Girls di Remsen Wolff in programma dall’11 settembre al 6 dicembre.

fotografo Remsen Wolff (1940-1998) è cresciuto a New York come unico figlio della famosa pittrice Isabel Bishop e del neurologo e psichiatra Harold Wolff.

All’infanzia agiata è seguita una vita avventurosa finché l’eredità della madre deceduta nel 1988 lo ha dotato di risorse finanziarie sufficienti per una vita  totalmente dedicata alla fotografia.

Wolff non ha mai avuto una formazione formale come fotografo.

L’approccio è intuitivo e del tutto personale.

Egli ha lottato con l’identità sessuale e di genere ed è stato fortemente attratto da transgender, transessuali e drag queen, che ha fotografato ampiamente dal 1990 in poi.

Dal 1990 al 1992, Wolff ha trascorso un mese all’anno all’American Hotel di Amsterdam per lavorare al progetto Special Girls – A Celebration.

Per questo progetto Wolff ha realizzato una serie di ritratti di transgender a New York e ad Amsterdam, la città nota all’epoca come “la capitale gay d’Europa”.

Questi ritratti unici presentano due distinte facce di questa realtà umana,

Persone   rappresentate nel loro carattere esuberante e affascinante , ma anche altre sottomesse e vulnerabili.

Le fotografie di Wolff  mostrano l’enorme varietà di condizioni e la di fluidità di genere negli anni ’90,:

La mostra Amsterdam Girls presenta più di 50 ritratti vintage e stampe a contatto dall’archivio analogico del fotografo americano

Si passa da personaggi noti come Jet Brandsteder (alias Francine), Hellun Zelluf e Vera Springveer (artisti abituali in famigerati nightclub come Club RoXY e iT)  che posano provocatoriamente  per la macchina fotografica di Wolff,  a transessuali anonimi che spesso hanno lottato con la loro identità di genere, soli e insicuri .

ORARI

  •  Tutti i giorni ore 10.00 – 18.00 ( giovedì e venerdì chiude ore 21.00)

 

INFO

Telefono: 31.20.5516500

Leave a Comment

Lucia Leuci, 
La Ragazza di città

Lucia Leuci, La Ragazza di città

Lucia Leuci rappresenta l’uomo che vive in città sognando una dimensione naturale di prossimità, il verde perduto della nostra psiche. Lucia Leuci, La Ragazza di città     Tempesta Gallery nasce nell’anno del possibile cambiamento, il 2020, con la volontà

Leggi Tutto »
Rudolf Polanszky (New York: Gagosian, 2020)

Rudolf Polanszky: Hypotetic

Polanszky, l’artista viennese che  produce composizioni che oscillano tra oggetti concreti e simboli della percezione soggettiva. Rudolf Polanszky: Hypotetic     Gagosian è una delle più importanti gallerie d’arte a livello internazionale. Fondata a Los Angeles nel 1980, si è

Leggi Tutto »

Matthias Weischer: Stage

Weischer, l’artista della New Leipzig School, ti fa  entrare all’interno di un’abitazione per essere accolto dai caldi colori delle sue ambientazioni. Matthias Weischer: Stage     GRIMM è una galleria d’arte contemporanea fondata ad Amsterdam nel 2005 che rappresenta oltre

Leggi Tutto »

Tra MUNARI e RODARI

Una mostra che vuole celebrare l’ incontro, umano e intellettuale, tra Rodari e Munari personaggi unici del panorama artistico del ‘900 italiano. Tra MUNARI e RODARI     Palazzo delle Esposizioni è il più grande spazio espositivo interdisciplinare nel centro

Leggi Tutto »