Raffaele Panella e l’etica del pubblico

 Docente a Venezia e a Roma l’architetto Raffaele Panella fu sempre attento al valore etico degli interventi del pubblico nelle città.

Raffaele Panella e l’etica del pubblico

 

Raffaele Panella, Complesso di Val Basento 1969 1973
Raffaele Panella, Complesso di Val Basento 1969 1973

 

PETIT TOUR è un’iniziativa dell’Archivio progetti dell’Università di Architettura (IUAV) di Venezia.

Nato come struttura del Dipartimento di Progettazione, l’archivio ebbe la sua prima sede presso il Masieri Memorial, palazzina affacciata sul Canal Grande, il cui restauro rappresenta l’unico intervento a Venezia del grande architetto americano Frank Lloyd Wright.

Il lavoro scientifico di conservazione e ricerca e Il crescente interesse degli studiosi per l’archivio hanno fatto negli anni la sua dimensione con sempre nuovi fondi archivistici, collezioni e miscellanee (nel 2020 erano circa 80 il cui catalogo è anche online: http://sbd.iuav.it/Cataloghi/Cataloghi-dedicati/archivi-di-architettura.html)

Oggi l’Archivio è inserito nel Sistema Bibliotecario e Documentale dell’Ateneo veneziano.

Nella sua attività costante di ricerca e valorizzazione l’Archivio presenta online pillole di architetti famosi, che stimolano il desiderio di approfondimento e di conoscenza, aiutano il lavoro di ricerca e concorrono ad incrementare la sensibilità dei nuovi architetti ai valori del costruire nel terzo millennio.

Si tratta di schede molto essenziali nel testo, con una adeguata documentazione fotografica e bibliografica.

La scheda 38 è dedicata a Raffaele Panella.

Nato a Foggia nel 1937 e morto a Roma nel 2016, Panella è stato tra i fondatori del Gruppo Architettura e del dipartimento di Teoria e Tecnica della Progettazione urbana dello Iuav, dove, dal 1973, è stato assistente ordinario di Composizione architettonica.

Nel 1981 diventa professore straordinario e nel 1983 si trasferisce all’Università di Roma “La Sapienza”, dove subentra nella cattedra vacante di Pasquale Carbonara, dirigendo poi, dal 1994 al 2000 il Dipartimento di Architettura e Analisi della città (DAAC), oltre ad essere responsabile del Laboratorio di progettazione del medesimo Dipartimento.

Egli fa parte di quel gruppo di laureati dell’Università IUAV di Venezia che furono studenti del Prof. Giuseppe Samonà e che sono stati e sono i protagonisti del dibattito della cultura architettonica e urbanistica nel nostro paese.

L’Archivio Progetti dello Iuav ha acquisito nel 2017 il fondo Raffaele Panella, dove è raccolta la gran parte del suo lascito intellettuale.

Il suo pensiero architettonico si è espresso nel lavoro di docente, nelle numerose pubblicazioni specialistiche e nelle sue realizzazioni architettoniche.

Ha ideato e diretto, tra il 1975 e il 1990, i Laboratori urbanistici di Pesaro, Roma e Città di Castello, istituiti con lo scopo di migliorare la qualità degli interventi pubblici e privati in quelle tre aree urbane.

Tra i progetti su Roma si evidenziano la nuova sede dell’Università “La Sapienza” per Pietralata e l’esemplare lavoro di ricerca e progettazione sui Fori imperiali, condotti entrambi all’interno del Dipartimento di Architettura e Progetto (DiAP).

Altre sue opere di rilievo sono la Scuola di Val Basento, il complesso di Piazza Mulino a Matera, il Parco dell’Ansa del Tevere a Città di Castello, la Scuola elementare di Fano, il Centro civico e scolastico di Villa Fastiggi, le scuole di Cattabrighe e Vismara, la Scuola di Arti ornamentali a Roma, il Centro servizi MEGAS di Urbino e il polo universitario dell’Università di Bologna al Navile.

A Roma in particolare sono dedicate molte delle sue pubblicazioni quali Roma Città e Foro (1989), Piazze e nuovi luoghi di Roma (1997), Architettura e radicamento (2000), Roma III Millennio. Le identità possibili (2003), Questioni di progettazione (2004), Architettura e Città (2008), Roma la città dei Fori (2013).

LUOGO: VENEZIA - UNIVERSITA’ di ARCHITETTURA IUAV

INDIRIZZO: Mostra online permanente

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.