PROSPETTIVE

Angelo Tabaro

Angelo Tabaro

LE FIERE d’ARTE

Giorni intensi di confronto e scambio di opere tra Gallerie, artisti, collezionisti, curatori, critici e direttori di musei provenienti da tutto il mondo

LE FIERE D’ARTE

 

Le Fiere d'Arte

 

Quanti sono coloro che con regolarità frequentano gallerie d’arte che operano in tutte le città e i principali centri del Paese?

Le gallerie, in particolare quelle commerciali, rappresentano il mercato dell’arte contemporanea ma non solo. Nelle gallerie d’Arte vengono presentati i risultati delle ricerche artistiche più recenti, artisti affermati ma anche tanti giovani emergenti.

Sono tantissimi i giovani che affrontano l’avventura di fare dell’arte la propria professione e certamente tra questi si potranno trovare i futuri protagonisti dell’arte del XXI secolo.

Qui entrano in ballo le Fiere d’Arte che, nate nella seconda metà del Novecento, si sono diffuse in tutto il mondo diventando riferimenti strategici del mercato, grandi vetrine commerciali della cosiddetta economia dell’arte.

Gallerie, artisti, collezionisti, curatori, critici e direttori di musei provenienti da tutto il mondo si incontrano e si confrontano in un unico luogo. Danno vita, per pochi e intensissimi giorni, ad uno scambio continuo di opere, idee e nuove possibilità di collaborazione.

Infatti, i galleristi ritrovano l’opportunità di ampliare notevolmente il bacino della propria clientela incrementando le possibilità di affari.

Per i collezionisti, invece, la partecipazione alle fiere è una grande occasione per vedere, conoscere, approfondire e confrontare un numero elevatissimo di opere, artisti e galleristi. Con questi possonno anche scambiare opinioni e avere da loro un quadro aggiornato della produzione artistica e dello stesso mercato.

Ma le fiere sono importanti anche per gli artisti che non possono ignorare le logiche del mercato, anzi, le devono affrontare con razionalità e rispetto dei ruoli per poter fare della propria arte una professione.

Le fiere non vanno confuse però con manifestazioni artistiche come La Biennale di Venezia o Documenta a Kassel che pure sono vetrine indispensabili per conoscere gli sviluppi e le evoluzioni dell’arte  della nostra contemporaneità.

Questo perché quelle non hanno finalità commerciali. Inoltre, le scelte degli artisti sono decise da storici e critici dell’arte, direttori che orientano le scelte delle opere secondo valutazioni e criteri che spesso nulla hanno a che fare con il mercato. Tuttavia, possono incidere comunque sulla fortuna degli artisti stessi.

Le Fiere d’Arte. In queste manifestazioni, pure di grandissimo respiro, si può cogliere una certa omogeneità nelle proposte artistiche.

Ciò non avviene certamente per le Fiere ove la varietà delle proposte, anche in termini di qualità e di rilevanza nello scenario dell’arte contemporanea, è conseguenza del pensiero e delle scelte di centinaia di galleristi diversi.

E’ indubbio che più sono rinomate le fiere e più alta è la qualità dei galleristi e quindi la rilevanza degli artisti proposti.

Fiere come Art Basel di Basilea, con le sue filiazioni di Art Basel Miami, e Art Basel Hong Kong, o Frieze di Londra, con Frieze New York e Frieze Los Angeles, o TELAF di Maastricht e New York, o le italiane Arte Fiera Bologna, Artissima di Torino e MIART di Milano, sono in grado di offrire le eccellenze della ricerca artistica più attuale con la partecipazione di Gallerie di rilevanza internazionale.

Queste, con le atre fiere non citate ma ugualmente di qualità, sono fondamentali nel mercato dell’arte di oggi.

Una recente rilevazione ha evidenziato il giro d’affari che a livello mondiale sostengono le Fiere d’arte. Si parla di miliardi di dollari e le principali piazze d’affari sono oggi Londra e New York che rappresentano quasi l’80% del mercato di fascia alta.

Per chi non è invece interessato o non è in condizione di investire in opere d’arte, le Fiere rappresentano comunque occasioni importanti per liberare quel velo di sospetto che spesso si frappone tra la nostra idea di arte e la realtà dello scenario contemporaneo dell’arte.

 

Di Angelo Tabaro

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.