PROSPETTIVE

Angelo Tabaro

Angelo Tabaro

ARTE ETICA

L’arte ha il potere di cambiare il mondo e quando ci aiuta a migliorare il pianeta

ARTE ETICA

 

 

Ho sempre collegato il pensiero dell’arte all’idea della bellezza, dell’estetica, della critica sociale, non ancora all’idea di ETICA.

Ma in realtà a pensarci bene, da sempre l’arte ha lo straordinario potere di farci leggere la realtà oltre l’immagine, ad entrare nelle cose non solo per mostrarle ma anche per influenzarle.

L’arte ha il potere di cambiare il mondo e quando ci aiuta a migliorare il pianeta, a produrre un forte senso di responsabilità sociale, allora credo si possa definire anche ETICA.

Come spesso avviene nella storia dell’arte ci sono artisti che ritengono di dover fissare ruoli e obiettivi dell’arte attraverso l’elaborazione e la pubblicazione di un “Manifesto”.

Mi sono recentemente imbattuto nel Manifesto dell’arte etica, nel sito Artantide.com.

Da quel documento si ricavano gli ideali degli artisti che vi hanno aderito:

Crediamo fortemente che

si possa cambiare il pianeta e migliorare il mondo con l’arte e la cultura;

il vero artista abbia in sé una sensibilità particolarmente sviluppata ed il suo genio si concretizzi attraverso un’analisi sociale e civile molto profonda ed acuta;

l’artista sia un intellettuale con un ruolo che comporta grande responsabilità umana e sociale;

attraverso la rappresentazione visiva, l’artista trovi il modo comunicativamente più efficace per esprimere le proprie riflessioni e farne un eco universale;

l’artista si faccia portavoce di pensieri etici, sociali ed umani che possano aiutare a costruire, intorno alle persone, un mondo migliore;

quella dell’artista sia una vera e propria missione comunitaria;

gli artisti possano aiutare ad essere più felici ed a ritrovare un entusiasmo positivo capace di cambiare le persone da dentro;

possa crescere una nuova classe di artisti, una nuova corrente che si espanda a livello mondiale e che abbia la forza di lasciare il segno e di fondare le basi per un mondo più attento ai bisogni emozionali, ad un ambiente più sano, ad una comunicazione più positiva e costruttiva tra arte e società, perché crediamo che seguendo questa via si possa concretamente essere più felici e trovare un senso tangibile ai sogni ed alle utopie che hanno il potere di migliorare la vita;

possa crescere una nuova classe di collezionisti ed appassionati d’arte che vogliano partecipare attivamente al cambiamento, sostenendo quegli artisti e quei progetti sufficientemente ambiziosi da portare un effettivo miglioramento nella società;

Il mondo abbia bisogno di una nuova classe intellettuale per potersi riappropriare con consapevolezza della forza del pensiero etico, per migliorare sé e gli altri;

tutti gli esseri umani abbiano la necessità di costruire una propria identità personale soddisfacendo le emozioni, il bisogno di amore, di empatia e di riconciliazione con l’etica sociale, naturale, ambientale e spirituale.

Il miglioramento del pianeta sarà solo una piacevole conseguenza di questo cambiamento.

I primi artisti che hanno aderito al movimento manifestano ciascuno l’attenzione su un tema specifico che approfondisce con le sue opere e sono:

  • Franco Mazzucchelli, Gianfranco Gentile e Alberto Salvetti-ambientale
  • Marco Gradi – energetico
  • Matteo Mezzadri – relazioni umane
  • Carlo Bonfà – guerre e conflitti
  • Alessandro Zannier e Julia Bornefeld – antropologia
  • Marco Bertin – economia
  • Marica Moro – bioetica
  • Jorge R. Pombo – giustizia
  • Luigi Dellatorre – partecipazione sociale

Questi artisti, dopo aver compreso il potere che è in mano all’arte sentono fortemente il ruolo etico dell’artista e riflettono su quale importante responsabilità sociale egli si trovi a gestire.

Non resta che attendere per vedere quali saranno gli esiti del lavoro di questi artisti e quali influenze avrà questo movimento su altri artisti e sulle nuove generazioni.

Di Angelo Tabaro

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.