JOBS

“Ho sempre detto che se fosse mai arrivato il giorno in cui io non fossi stato più in grado di rispettare i miei obblighi e le aspettative come CEO di Apple, sarei stato il primo a farvelo sapere. Sfortunatamente quel giorno è arrivato.” Con queste parole, il 24 agosto scorso, Steve Jobs si dimetteva da CEO di Apple. Un doloroso, benché previsto, addio che ha anticipato di poco più di un mese la scomparsa di una delle figure chiave del nostro tempo. Come spiegare l’importanza della figura, dell’uomo Steve Jobs ad un adolescente di oggi che lo considera solo un furbo la cui unica invenzione tecnologica sarebbe l’iPhone? Come spiegare a chi ha meno di trent’anni che la nostra vita, sì anche la sua vita, è diversa (different) grazie a Steve Jobs? Si potrebbe incominciare analizzando l’imprenditore/innovatore Steve Jobs. E’ uno dei tanti smanettoni degli anni ’70, quando per computer si intendeva una scheda con dei circuiti elettrici. Con l’amico Steve Wozniack costruisce il primo computer AppleI nel garage di casa, recuperando in qualche modo i 10mila dollari necessari a produrre i pochi esemplari da vendere e fondare la società: siamo nel 1976.

LEGGI TUTTOJOBS

JOBS

“Ho sempre detto che se fosse mai arrivato il giorno in cui io non fossi stato più in grado di rispettare i miei obblighi e le aspettative come CEO di Apple, sarei stato il primo a farvelo sapere. Sfortunatamente quel giorno è arrivato.” Con queste parole, il 24 agosto scorso, Steve Jobs si dimetteva da CEO di Apple. Un doloroso, benché previsto, addio che ha anticipato di poco più di un mese la scomparsa di una delle figure chiave del nostro tempo. Come spiegare l’importanza della figura, dell’uomo Steve Jobs ad un adolescente di oggi che lo considera solo un furbo la cui unica invenzione tecnologica sarebbe l’iPhone? Come spiegare a chi ha meno di trent’anni che la nostra vita, sì anche la sua vita, è diversa (different) grazie a Steve Jobs? Si potrebbe incominciare analizzando l’imprenditore/innovatore Steve Jobs. E’ uno dei tanti smanettoni degli anni ’70, quando per computer si intendeva una scheda con dei circuiti elettrici. Con l’amico Steve Wozniack costruisce il primo computer AppleI nel garage di casa, recuperando in qualche modo i 10mila dollari necessari a produrre i pochi esemplari da vendere e fondare la società: siamo nel 1976.

LEGGI TUTTOJOBS

Suggerire nel quotidiano & proporre prodotti tipici in rete: si può fare…

La rete, ma che bella invenzione: ci puoi trovare un po’ di tutto, dal rapporto virtuale con gli amici alle informazioni che più ti fanno comodo, dalle notizie dell’ultima orabeni e servizi che ti viene difficile reperire altrove, alle transazioni finanziarie (minimamente familiari o del tuo business)…ed ovviamente senza spostarti un attimino dalla tua scrivania e negli orari che più ti sono congeniali. Obiettivamente nessuno può negare che ci hanno di certo reso più facile e comoda la vita, compensando un attimino lo stress che la modernità (ahinoi!!) ci richiede in cambio. Quasi quasi verrebbe spontaneo inventarsi un nuovo “logo-tipo” che caratterizza l’uomo dei giorni nostri: …siamo nati per digitare!!

LEGGI TUTTOSuggerire nel quotidiano & proporre prodotti tipici in rete: si può fare…

Suggerire nel quotidiano & proporre prodotti tipici in rete: si può fare…

La rete, ma che bella invenzione: ci puoi trovare un po’ di tutto, dal rapporto virtuale con gli amici alle informazioni che più ti fanno comodo, dalle notizie dell’ultima orabeni e servizi che ti viene difficile reperire altrove, alle transazioni finanziarie (minimamente familiari o del tuo business)…ed ovviamente senza spostarti un attimino dalla tua scrivania e negli orari che più ti sono congeniali. Obiettivamente nessuno può negare che ci hanno di certo reso più facile e comoda la vita, compensando un attimino lo stress che la modernità (ahinoi!!) ci richiede in cambio. Quasi quasi verrebbe spontaneo inventarsi un nuovo “logo-tipo” che caratterizza l’uomo dei giorni nostri: …siamo nati per digitare!!

LEGGI TUTTOSuggerire nel quotidiano & proporre prodotti tipici in rete: si può fare…

A PALMI III RASSEGNA DEL PELLEGRINO ED IL CANE

 

A Palmi dal 13 al 17 agosto,nei locali di corso Garibaldi 58,si è svolta la Rassegna d’Arte Visiva di pittura scultura e dipinto su filato del “Pellegrino ed il cane”,dedicata a S. Rocco.

La Rassegna che è alla sua III Edizione ( I Rassegna  Polistena 2009 ); (II Rassegna Cinquefrondi 2010) è stata organizzata dalla Sig.ra Annunziata Staltari presidente dell’Ass. Culturale Artisti del Quadrifoglio di Rosarno(RC), dal sig. Rocco Deodato presidente dell’Ass. Turistica  Pro Loco di Palmi con il patrocinio della Provincia di R.C. Presidenza del Consiglio Reg. Calabria città di Palmi e dal Priore della confraternita di S. Rocco il sig. Vincenzo Saffioti che ha gentilmente collaborato e dall’ex Priore il Sig. Malagò Francesco. La mostra è stata inaugurata giorno 13 agosto alla presenza del dott. Giovanni Barone,consigliere Provinciale di Reggio Calabria,che ha tagliato il nastro di apertura all’evento,dalla Sig.ra Staltari pittrice e poetessa presidente dell’Ass. dal 2007,e dal Sig. Rocco Deodato che ha ringraziato tutti quelli che hanno collaborato per il buon esito della manifestazione  ed in particolar modo gli artisti espositori.

LEGGI TUTTOA PALMI III RASSEGNA DEL PELLEGRINO ED IL CANE

A PALMI III RASSEGNA DEL PELLEGRINO ED IL CANE

 

A Palmi dal 13 al 17 agosto,nei locali di corso Garibaldi 58,si è svolta la Rassegna d’Arte Visiva di pittura scultura e dipinto su filato del “Pellegrino ed il cane”,dedicata a S. Rocco.

La Rassegna che è alla sua III Edizione ( I Rassegna  Polistena 2009 ); (II Rassegna Cinquefrondi 2010) è stata organizzata dalla Sig.ra Annunziata Staltari presidente dell’Ass. Culturale Artisti del Quadrifoglio di Rosarno(RC), dal sig. Rocco Deodato presidente dell’Ass. Turistica  Pro Loco di Palmi con il patrocinio della Provincia di R.C. Presidenza del Consiglio Reg. Calabria città di Palmi e dal Priore della confraternita di S. Rocco il sig. Vincenzo Saffioti che ha gentilmente collaborato e dall’ex Priore il Sig. Malagò Francesco. La mostra è stata inaugurata giorno 13 agosto alla presenza del dott. Giovanni Barone,consigliere Provinciale di Reggio Calabria,che ha tagliato il nastro di apertura all’evento,dalla Sig.ra Staltari pittrice e poetessa presidente dell’Ass. dal 2007,e dal Sig. Rocco Deodato che ha ringraziato tutti quelli che hanno collaborato per il buon esito della manifestazione  ed in particolar modo gli artisti espositori.

LEGGI TUTTOA PALMI III RASSEGNA DEL PELLEGRINO ED IL CANE

Tutto il gusto e la salubrità della cipolla di Tropea…sul web!!

Chi lo avrebbe mai detto che sarebbe giunto  il giorno in cui la prelibata Cipolla Rossa di Tropea sbarcava sul web??? Eppure è così: questa  esclusiva ricercatezza, quella vera ed originale, finalmente naviga in rete ed approda sulle vetrine virtuali di portali e.commerce di prodotti tipici calabresi!!! Coltivata da novembre nelle campagne di determinati territori (calabresi in particolare per potersi a giusta ragione avvalere del titolo di prodotto IGP), viene raccolta nella tarda primavera, affinché possa essere posta in vendita nel periodo migliore:  bella, rosseggiate e soprattutto saporita e profumata.

LEGGI TUTTOTutto il gusto e la salubrità della cipolla di Tropea…sul web!!

Tutto il gusto e la salubrità della cipolla di Tropea…sul web!!

Chi lo avrebbe mai detto che sarebbe giunto  il giorno in cui la prelibata Cipolla Rossa di Tropea sbarcava sul web??? Eppure è così: questa  esclusiva ricercatezza, quella vera ed originale, finalmente naviga in rete ed approda sulle vetrine virtuali di portali e.commerce di prodotti tipici calabresi!!! Coltivata da novembre nelle campagne di determinati territori (calabresi in particolare per potersi a giusta ragione avvalere del titolo di prodotto IGP), viene raccolta nella tarda primavera, affinché possa essere posta in vendita nel periodo migliore:  bella, rosseggiate e soprattutto saporita e profumata.

LEGGI TUTTOTutto il gusto e la salubrità della cipolla di Tropea…sul web!!

I SOFFI DI COLORE” DELL’ARTISTA Luciano Tigani in mostra a Polistena (RC)

Dal 3 al 10 luglio la magnifica cornice del  Salone delle feste di Polistena, ospiterà la mostra “Soffi di colore” del pittore Luciano Tigani. L’Artista nasce a Polistena il 12 Dicembre 1966 dove tuttora vive ed opera. Sin da bambino coltiva la passione per la pittura fin quando decide da pittore autodidatta  di dipingere i colori della sua amata terra di Calabria, trasmettendo all’osservatore i propri ricordi ed emozioni. Sapori, odori bellezze naturali sembrano materializzarsi via via sotto le pennellate di questo straordinario artista. Tigani  dopo essersi dedicato con serietà e passione allo studio della prospettiva e del colore,elabora una serie di opere che presenta agli estimatori dell’arte attraverso numerose mostre collettive e personali ,sia in Italia che all’estero ricevendo così positive recensioni da parte di critici d’arte come Andrea Diprè .

LEGGI TUTTOI SOFFI DI COLORE” DELL’ARTISTA Luciano Tigani in mostra a Polistena (RC)

I SOFFI DI COLORE” DELL’ARTISTA Luciano Tigani in mostra a Polistena (RC)

Dal 3 al 10 luglio la magnifica cornice del  Salone delle feste di Polistena, ospiterà la mostra “Soffi di colore” del pittore Luciano Tigani. L’Artista nasce a Polistena il 12 Dicembre 1966 dove tuttora vive ed opera. Sin da bambino coltiva la passione per la pittura fin quando decide da pittore autodidatta  di dipingere i colori della sua amata terra di Calabria, trasmettendo all’osservatore i propri ricordi ed emozioni. Sapori, odori bellezze naturali sembrano materializzarsi via via sotto le pennellate di questo straordinario artista. Tigani  dopo essersi dedicato con serietà e passione allo studio della prospettiva e del colore,elabora una serie di opere che presenta agli estimatori dell’arte attraverso numerose mostre collettive e personali ,sia in Italia che all’estero ricevendo così positive recensioni da parte di critici d’arte come Andrea Diprè .

LEGGI TUTTOI SOFFI DI COLORE” DELL’ARTISTA Luciano Tigani in mostra a Polistena (RC)

Santoro, 8 milioni di spettatori per una puntata “ad personam”

Saranno stati 8 milioni di spettatori, ed in certi frangenti della serata fra loro c’ero anch’io, ma quello di ieri sera ad opera di Santoro è stato uno spettacolo ridicolo, a mio modo di vedere, una vera e propria trasmissione ad personam. Passi il concetto sacrosanto di libertà di stampa, per la quale i giornalisti giustamente combattono, ma ricevere lezioni di morale da un uomo “a tutti gli effetti” ancora stipendiato da ‘mamma Rai’ su come dovrebbe essere la tv di stato che lui per anni ha utilizzato a suo piacimento, questo non lo accetto. Se Santoro avesse voluto veramente sembrare super partes avrebbe dovuto parlare dei due temi più d’attualità in Italia, ossia il referendum e il caso Battisti, solo ed esclusivamente quelli, e non concentrare sempre l’attenzione sulla sua figura di miliardario martire televisivo soggiogato alle ingiuste, a suo modo di vedere, critiche dei vertici Rai.

LEGGI TUTTOSantoro, 8 milioni di spettatori per una puntata “ad personam”

Santoro, 8 milioni di spettatori per una puntata “ad personam”

Saranno stati 8 milioni di spettatori, ed in certi frangenti della serata fra loro c’ero anch’io, ma quello di ieri sera ad opera di Santoro è stato uno spettacolo ridicolo, a mio modo di vedere, una vera e propria trasmissione ad personam. Passi il concetto sacrosanto di libertà di stampa, per la quale i giornalisti giustamente combattono, ma ricevere lezioni di morale da un uomo “a tutti gli effetti” ancora stipendiato da ‘mamma Rai’ su come dovrebbe essere la tv di stato che lui per anni ha utilizzato a suo piacimento, questo non lo accetto. Se Santoro avesse voluto veramente sembrare super partes avrebbe dovuto parlare dei due temi più d’attualità in Italia, ossia il referendum e il caso Battisti, solo ed esclusivamente quelli, e non concentrare sempre l’attenzione sulla sua figura di miliardario martire televisivo soggiogato alle ingiuste, a suo modo di vedere, critiche dei vertici Rai.

LEGGI TUTTOSantoro, 8 milioni di spettatori per una puntata “ad personam”