Pikasus Logo

Olivo Barbieri. Early works 1980-1984

Fine - 31/10/2020

Luogo - BERGAMO – Monastero di Astino

Indirizzo - Via Astino Bergamo

La rivoluzione dello sguardo, l’occhio di Olivo Barbieri dà vita nuova all’ordinarietà del reale

Olivo Barbieri. Early works 1980-1984

 

 

 

Il Monastero di Astino, in provincia di Bergamo è diventato oggi un centro culturale attento all’arte contemporanea, specializzato sulla grande fotografia.

E’un merito di Misericordia Maggiore/MIA un’istituzione ecclesiale sorta nel 1265 con finalità assistenziali e caritative che oggi è attiva anche sul piano culturale.

Le mostre in passato di maestri dell’obiettivo, come Luigi Ghirri, Franco Fontana, Mario Giacomelli e Nino Migliori, hanno permesso al visitatore di confrontarsi con alcune eccellenze della fotografia in Italia a cavallo del nuovo millennio.

Dal 26 giugno il Monastero ospita una mostra di Olivo Barbieri (Carpi 1954)

Olivo Barbieri è stato uno dei più giovani fotografi ad aver partecipato aldi Viaggio in Italia, il progetto ideato nel 1984 da Luigi Ghirri .

Viaggio in Italia è ancora oggi considerato un manifesto per le nuove generazioni.

Ghirri riunì allora venti giovani fotografi lavorando alla possibile ridefinizione dell’idea di paesaggio e contemporaneamente a un ripensamento del fatto fotografico.

Il trentenne Barbieri ha vissuto quell’esperienza come una grande occasione di formazione che ha contribuito a formare la sua filosofia della fotografia.

Barbieri considera infatti la fotografia come uno strumento per vedere le come più semplici sotto una luce diversa.

Le 35 foto presenti nella mostra di Astino, curata da Corrado Benigni, sono un’occasione unica per scoprire la serie cult di immagini, quasi interamente inedita, da cui è iniziato il fortunato percorso artistico di Barbieri, che ha segnato una stagione straordinaria della fotografia italiana.

Alcune delle immagini esposte hanno fatto parte del Viaggio in Italia.

In questa selezione di immagini Olivo Barbieri coglie piccoli dettagli, relazioni cromatiche, che possono anche sembrare casuali ma sono capaci di dar una vita diversa alla semplicità ordinaria di quello che spesso, per la sua evidente banalità, ci passa sotto gli occhi senza lasciare traccia.

Lo sguardo di Barbieri è acuto, minuzioso, tenace, capace di perlustrare oltre le superfici, per offrire un modo attraverso il quale poter vedere mentalmente ciò che sfugge alla rappresentazione.

 

ORARI

  • Sabato e domenica ore 10.00 – 12.30 / 14.00 – 18.00

 

INFO

Telefono: 39035.211355

Leave a Comment

TRUE FICTIONS

True Fictions. Fotografia visionaria dagli anni ’70 ad oggi TRUE FICTIONS     La Fondazione Palazzo Magnani di Reggio Emilia promuove le arti visive attraverso attività espositive e culturali. Privilegia il dialogo interdisciplinare, il confronto interculturale e le contaminazioni trai

Leggi Tutto »

Paolo Roversi – Studio Luce

Fotografo di moda, paolo Roversi è autore del calendario Pirelli 2020 Paolo Roversi – Studio Luce     L’esposizione intende essere un’occasione unica per scoprire e conoscere la produzione del celebre fotografo ravennate Paolo Roversi (1947) Paolo Roversi è un

Leggi Tutto »

Bertozzi & Casoni. Tempo

La coppia di artisti , maestri della ceramica contemporanea, Bertozzi&Casoni in una grande mostra toscana. Bertozzi & Casoni. Tempo     Il complesso costituito dalla chiesa di S. Agostino con l’ ex-convento rappresenta il principale polo di interesse storico-artistico della

Leggi Tutto »