Mondino a colori. La pittura dagli esordi al linoleum

In mostra Al CAMeC, fino al 22 settembre, sono presentati circa trenta lavori su tela, carta e linoleum realizzati dal 1961 al 2000

Mondino a colori

LA SPEZIA– CAMeC – Centro Arte Moderna e Contemporanea
Via Cesare Battisti, 1 – La Spezia
Fino al 22 settembre 2019

 

Mondino a colori
Aldo Mondino, Mondino a colori

 

Al CAMeC, fino al 22 settembre, si tiene una interessante mostra retrospettiva che ripercorre l’intera produzione pittorica di Aldo Mondino.

Soprattutto, l’artista torinese (1938-2005) è tra i più eclettici della sua generazione.

Aldo Mondino è il più significativo rappresentante della poetica Post-Moderna italiana.

Attraverso il suo lavoro, ad esempio, si è riappropriato delle ricerche stilistiche e formali delle avanguardie artistiche, citando e scherzando allo stesso tempo con le opere dei suoi contemporanei.

In mostra sono presentati circa trenta lavori su tela, carta e linoleum realizzati dal 1961 al 2000.

Tutte le opere, in particolare, sono provenienti dall’Archivio Aldo Mondino e da un selezionato gruppo di prestatori.

Dai dipinti degli esordi, ad esempio, passando per i “Quadri a quadretti” e le finte incisioni.

Oltre a questo, si giunge ai linoleum, che ha reso l’artista popolare anche presso il grande pubblico.

La comparsa di questo supporto, particolarmente, negli anni Ottanta, deriva da una vera e propria ossessione per l’universo della grafica.

Questa tipologia di lavorazione, in particolare, è legata all’idea del colore e del segno pittorico.

Il linoleum, materiale importantissimo per le tecniche incisorie, come tale, viene adoperato da supporto per alcune serie di quadri famosi come i “Dervisci” o gli “Ebrei.

 

Orari:
da martedì a domenica 11.00 – 18.00
lunedì chiuso

 

Informazioni:
Tel: + 39 0187 727530
Mail: camec@comune.sp.it

Leave a Comment