Le nuove frontiere del contemporaneo

Con Guglielmo Castelli si conclude il primo ciclo di esposizione del progetto della Fondazione Coppola di Vicenza “Le nuove frontiere del Contemporaneo”

Le nuove frontiere del contemporaneo

VICENZA– Fondazione Coppola
Corso Palladio 1 Vicenza – Italia
Fino al 31 marzo 2020

 

Le nuove frontiere del contemporaneo - Vicenza
Le nuove frontiere del contemporaneo – Vicenza

 

La mostra di Castelli è il quarto appuntamento del ciclo “Le nuove frontiere del contemporaneo” dedicato dalla Fondazione  Coppola  a pittura, video e installazioni.

Fino al 31 marzo viene infatti  presentato presentato il lavoro di Guglielmo Castelli (1987, Torino).

La Fondazione  è nata a Vicenza su impulso dell’imprenditore, collezionista e mecenate Antonio Coppola.

Anche questa mostra si tiene nel Torrione, un edificio di Vicenza del XII secolo restaurato e tradotto in spazio espositivo, moderno e perfettamente attrezzato.

Questa mostra va  ad aggiungersi agli altri artisti presentati nel 2019,  Hannah Levy (1991, New York), Haroon Mirza (1977, Regno Unito), Christian Manuel Zanon (1985, Cittadella, Padova).

È una delle mission  della Fondazione Coppola, che investe da due anni, non solo sulle figure già acclamate ma anche e soprattutto su quelle emergenti dell’arte italiana e internazioinale.

Guglielmo Castelli è nato nel 1987, vive e lavora a Torino.

Ha studiato scenografia teatrale all’Accademia Albertina.

Considerato tra i giovani artisti più promettenti delle nuove generazioni, lavora principalmente con la pittura e il disegno.

E’ un artista figurativo che trova nella tela il campo di rappresentazione, non tanto di quello che può comporre, ma di una narrazione che sta intorno alla rappresentazione stessa

I suoi dipinti, dominati da atmosfere malinconiche e intimistiche, sono caratterizzati da forme fluide ed estese campiture.

Con le sue quattro opere in mostra, unite agli altri artisti del progetto, si chiude il percorso espositivo distribuito sui sei piani del torrione.

 

ORARI           

da martedì a domenica  dalle ore 11.00 alle ore 18.00

Lunedì chiuso

INFO

TEL: + 39 0444 043272

www.fondazionecoppola.org

info@fondazionecoppola.org

Leave a Comment

MUNTADAS. Interconnessioni (ArtCity2020)

MUNTADAS. Interconnessioni (ArtCity2020)

Per la prima volta in un Museo italiano Antoni Muntadas, uno dei pionieri della Media Art nell’ambito dell’arte concettuale MUNTADAS. Interconnessioni (ArtCity2020) Muntadas. Interconnessioni è uno dei Main project di ART CITY Bologna 2020. La mostra rientra nel programma istituzionale

Leggi Tutto »
Mutazioni Resistenti - BOLOGNA – Teatro Arena del Sole

Mutazioni Resistenti

Un Teatro che guarda alla città. Una mostra fotografica al Teatro Arena del sole entra con l’obiettivo nelle trasformazioni della città  mescolando tre generi fotografici: architettonico, ritrattistico e fotogiornalistico Mutazioni Resistenti     Progettata come “luogo dato agli spettacoli diurni”,

Leggi Tutto »
Caravaggio-Bernini. Baroque in Rome

Caravaggio-Bernini. Baroque in Rome

Caravaggio e Bernini furono determinanti per orientare le sorti, rispettivamente, della pittura e della scultura del XVII secolo Caravaggio-Bernini. Baroque in Rome     Michelangelo Merisi detto il Caravaggio  ( 1571 – 1610) e Gian Lorenzo Bernini (1598 – 1680),

Leggi Tutto »
Momentary Monument The Library - LARA FAVARETTO Blind Spot

LARA FAVARETTO: Blind Spot

Una libreria che espone oltre 2.000 libri raccolti a Miami e salvati dal macero è una delle opere in mostra alla personale di Lara favaretto LARA FAVARETTO: Blind Spot     Bass Museum of Art fu aperto nel 1963, quando

Leggi Tutto »
FIRENZE LAI. L’équilibre des blancs

Firenze Lai

La prima mostra personale in Europa dell’artista di Hong Kong Firenze Lai, con personaggi in movimento negli ambienti urbani FIRENZE LAI. L’équilibre des blancs     Il Museo d’Arte Moderna e Contemporanea di Saint-Etienne Métropole (MAMC +) è il primo

Leggi Tutto »