Le grandi infrastrutture di Giorgio Macchi

Grandi infrastrutture di un ingegnere che ha lavorato anche per la stabilità strutturale di grandi monumenti come, tra gli altri, la torre di Pisa e il campanile di san Marco a Venezia

Le grandi infrastrutture di Giorgio Macchi

 

PONTE FERROVIARIO SUL BOGO BARACÀ DOPO IL CROLLO, ERITREA 1954
PONTE FERROVIARIO SUL BOGO BARACÀ DOPO IL CROLLO, ERITREA 1954

 

Questo Petit Tour intende presentare al pubblico la ricca e poliedrica attività professionale dell’ingegnere e professore Giorgio Macchi, il cui archivio è stato depositato in comodato d’uso all’Archivio Progetti nel 2016.

Il focus di questo lavoro è rappresentato dai progetti per le grandi infrastrutture che caratterizzano soprattutto il primo periodo del suo lavoro che negli anni avvenire lo vedrà sviluppare specifiche metodologie di restauro del patrimonio storico monumentale

Giorgio Macchi nasce a Milano il 12 gennaio 1930 e si laurea in ingegneria civile al Politecnico di Torino nel 1952.

Per due anni è ricercatore al Centro Studi del CNR di Torino.

Dal 1955 al 1961 è assistente di Scienza delle Costruzioni di Franco Levi al Politecnico di Torino.

Dal 1963 insegna allo IUAV di Venezia. Per trasferirsi poi nel 1973 alla Facoltà di Architettura di Pavia dove rimane fino al pensionamento.

Insieme alla docenza, Giorgio Macchi svolge un’intensa attività progettuale, da solo e con ingeneri come Silvano Zorzi.

Dal 1988 con il figlio Stefano opera nel campo della conservazione monumentale.

Macchi è autore di importanti e raffinati progetti elaborati per assicurare la stabilità strutturale a prestigiosi monumenti, tra cui la Torre di Pisa, il Campanile di San Marco a Venezia, la facciata di San Pietro a Roma, il Duomo di Pavia, la Cappella della Sindone a Torino, la parete dell’Ultima Cena di Leonardo da Vinci, nonché altre opere nel mondo.

LUOGO: VENEZIA - UNIVERSITA’ IUAV di VENEZIA

INDIRIZZO: MOSTRA VIRTUALE ONLINE

TEL: 041 257 1644

Università Iuav  di Venezia

  • Santa Croce 191 Tolentini 30135 Venezia

 

Portinerie sedi Iuav

  • Tolentini 041 257 1644
  • Badoer 041 257 1410
  • Campo Lana 041 257 2320
  • Ca’ Tron 041 257 2300-2303
  • Cotonificio 041 257 1801-1802
  • Magazzini 6 e 7 0412 257 1267
  • Terese 0410 257 1346
  • Mestre, via Torino 041 5322590
  • posta interna (Tolentini) 041 257 1799

 

  • Dal 2001 Iuav non è più un istituto universitario ma una università degli studi, l’università Iuav di Venezia, con tre facoltà: Architettura, Pianificazione del Territorio e Design e Arti. L’archivio progetti dell’Università di Architettura (IUAV) di Venezia, valorizza la propria sempre crescente raccolta di archivi d’architettura anche attraverso piccole e raffinate mostre online. Il progetto PETIT TOUR presenta online pillole di architetti famosi che stimolano il desiderio di approfondimento e di conoscenza, aiutano il lavoro di ricerca e concorrono ad incrementare la sensibilità dei nuovi architetti ai valori del costruire nel terzo millennio.

INFO

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.