Le Fiere della Vanità. L’arte dei Veneti antichi

Controllare preventivamente esattezza dei dati su mostra, orari e condizioni d’ingresso nel sito

Alla riscoperta del linguaggio simbolico oggi perduto che si esprimeva attraverso animali fantastici, bestie feroci, mostri alati e sfingi.

Le Fiere della Vanità. L’arte dei Veneti antichi

 

 

Il Museo Nazionale Atestino è nato per acquisire, conservare, ordinare ed esporre al pubblico, per finalità di educazione e di studio, i reperti preromani e romani di Este e del suo territorio.

Il Museo inoltre promuove la conoscenza della civiltà e della storia dei Veneti antichi.

Nel presentarsi al pubblico il Museo vuole farsi riconoscere come il risultato di un processo virtuoso che, a partire dall’acquisizione e la tutela, si pone come obiettivo fondamentale quello della restituzione sociale del bene culturale.

Animali fantastici, bestie feroci, mostri alati e sfingi; le loro pose e la loro gestualità sono cariche di significato e parlano attraverso un linguaggio simbolico oggi perduto.

L’esposizione temporanea “Le Fiere della Vanità”, si pone l’obiettivo di far rivivere il significato di quel linguaggio perduto.

Viene proposta la più importante e famosa situla presente al museo, la Situla Benvenuti – tesoro e simbolo del Museo Nazionale Atestino, definita, per il grandioso racconto con cui è decorata, il “poema dei Veneti antichi”.

La situla è un vaso metallico, più raramente in terracotta, utilizzato da molte antiche civiltà mediterranee, soprattutto in ambito cerimoniale.

Le pareti della situla erano riccamente decorate.

L’Arte delle Situle, visibilmente bella e simbolo di vanità, invade anche oggetti personali e assolutamente identitari indossati dagli uomini.

Troviamo così coltelli dai foderi decorati con animali o con scene riprese da racconti, o indossati dalle donne, come i giganteschi cinturoni di bronzo.

Vere opere d’arte indossate ed esibite dai personaggi di spicco della città di Este del 400 a.C. e non soltanto.

Per la prima volta si riuniscono a Este, dove forse furono prodotte, le opere più antiche dell’Arte delle Situle provenienti da numerosi prestiti.

La mostra è a cura di Stefano Buson, Federica Gonzato, Diego Voltolini.

DATA FINE: 03/10/2021

LUOGO: ESTE (Padova)- Museo nazionale Atestino

INDIRIZZO: Via G. Negri, 9/c, 35042 Este PD

 

ORARI DI APERTURA

  • martedì > sabato  8.30-19.30
  • domenica  14.30-19.30
  • lunedì chiuso

INFO

 

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.