L’Arte Inquieta, l’urgenza della creazione.

Controllare preventivamente esattezza dei dati su mostra, orari di apertura, di ultimo ingresso e condizioni di accesso in relazione alle vigenti normative ANTICOVID

Una mostra sul tema dell’identità e il suo rapporto con l’arte attraverso 140 opere da Paul Klee ad Anselm Kiefer.

L’Arte Inquieta, l’urgenza della creazione.

 

 

La stagione invernale di Palazzo Magnani a Reggio Emilia sarà nel segno di una grande mostra che propone 140 opere, tra dipinti, disegni, grafiche, sculture e libri d’artista di 57 artisti, da Paul Klee a Anselm Kiefer.

Il progetto, che esplora i molteplici volti dell’identità, presenta al pubblico autori che hanno guardato con linguaggi innovativi alla propria realtà interiore e al mondo: sguardi sempre più necessari nello scenario attuale, dove “l’arte inquieta” è figlia di vicende personali e collettive, di ricerca, di quell’urgenza espressiva dell’artista che restituisce al pubblico la sua febbrile attività, con opere uniche che ci sorprendono.

Una mostra dove dialogano autori di poetiche che hanno segnato la nostra modernità con opere talvolta provenienti da mondi esclusi, oggi considerate un prezioso e necessario archivio dell’immaginario: l’art brut, dunque, visionaria e dai linguaggi inediti, come già avevano intuito i grandi maestri delle avanguardie che aprono le sezioni espositive: Paul Klee, già nel 1912, Max Ernst e il Surrealismo, Jean Dubuffet nel 1945.

L’Arte Inquieta. L’urgenza della creazione si articola in stanze tematiche (volto metamorfico; serialità, ossessioni e monologhi interiori; cartografie, mappe e mondi visionari), con autori e opere che si accostano per affinità di generi e di linguaggi.

La mostra sarà un percorso espositivo che indaga la bruciante vitalità dell’artista, la sua inquieta identità nello sguardo sulla storia, su desideri e realtà di questo mondo.

Carla Accardi, Alighiero Boetti, Jean Dubuffet, Max Ernst, Alberto Giacometti, Keith Haring, Emilio Isgrò, Paul Klee, Anselm Kiefer, Maria Lai, Antonio Ligabue, Zoran Music, Emil Nolde, Yves Tanguy sono solo alcuni degli artisti presenti in mostra che saranno, inoltre, messi in dialogo con autori le cui opere inedite provengono dall’Archivio del San Lazzaro del Museo di Storia della Psichiatria di Reggio Emilia, oggi una tra le maggiori collezioni nel campo in Europa.

DATA INIZIO: 18/11/2022

DATA FINE: 23/03/2023

LUOGO: REGGIO EMILIA – Palazzo Magnani

INDIRIZZO: Corso Garibaldi, 31

TEL: +39 0522 444446

ORARI DI APERTURA

  • Venerdì, sabato, domenica e festivi: 10.00 – 19.00
  • Martedì, mercoledì e giovedì: per scuole e gruppi su prenotazione.

INFO

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.