Viewing Room e mostre virtuali n.73

Mostra Love Stories – A Sentimental Survey by Francesco Vezzoli

L’arte ai tempi del Covid-19 – Mostre online n.73

 

 

  1. FONDAZIONE PRADA Istagram (Milano)

Mostra Love Stories – A Sentimental Survey by Francesco Vezzoli

Dall’11 maggio 2020

Love Stories – A Sentimental Survey by Francesco Vezzoli” è il nuovo progetto, presentato dall’11 maggio 2020 sull’account Instagram di Fondazione Prada in cui l’artista esplora attraverso il linguaggio dei social lo stato emotivo, amoroso e psicologico di una vasta comunità online.

Francesco Vezzoli è nato nel 1971 a Brescia.

Dal 1992 al 1995 ha studiato alla Central St. Martin’s School of Art di Londra. Attualmente vive e lavora a Milano.

È uno degli artisti contemporanei italiani più affermati a livello internazionale.

Vezzoli utilizza diversi mezzi espressivi, tra i quali il curioso uso dell’uncinetto, con cui ricama lacrime d’oro o color sangue su centrini raffiguranti le sue icone popolari cinematografiche più amate.

Ma la parte più importante della sua produzione rientra nella Videoarte

Nel 2004 con l’opera Comizi di non-amore, commissionata da Fondazione Prada per la mostra “Trilogia della morte”, Vezzoli aveva reinventato la tradizione del documentario e del cinéma-vérité, contaminando modelli come Comizi d’amore (1965) di Pier Paolo Pasolini e L’amore in Italia (1978) di Luigi Comencini con i canoni televisivi del reality show.

Con “Love Stories” si appropria delle strategie comunicative di Instagram, e in particolare della funzione sondaggio delle stories, per sperimentare un nuovo territorio di condivisione di idee, visioni e impressioni sull’amore, il sesso, l’identità, il corpo, la solitudine, l’appartenenza, l’alterità, il futuro.

https://www.instagram.com/fondazioneprada/

# LoveStories

https://www.instagram.com/stories/highlights/17894617102489577/

 

  1. HAUSER & WIRTH viewing room (Zurigo)

Mostra: Arshile Gorky & Jack Whitten

Fino al 25 giugno    2020

Hauser & Wirth è stata fondata nel 1992 a Zurigo e si è espansa con l’apertura di nuove sedi a Hong Kong, Londra, New York, Los Angeles, Somerset e Gstaad.

La galleria rappresenta oltre 70 artisti che hanno contribuito a plasmare la sua identità nell’ultimo quarto di secolo.

Hauser & Wirth si occupano di arte, istruzione, conservazione e sostenibilità.

Ora presenta online sulla piattaforma Viewing Room Arshile Gorky e Jack Whitten, due abili maestri del 20 ° secolo.

Arshile Gorky, (1904 -1948) è stato un pittore armeno naturalizzato statunitense, esponente dell’espressionismo astratto.

Jack Whitten  (1939-2018) era un pittore e scultore americano, celebre per i suoi processi innovativi di applicazione della vernice sulla superficie delle sue tele e trasfigurazione dei loro terreni materiali.

https://www.galleriesnow.net/shows/arshile-gorky-jack-whitten/

sito galleria http://www.hauserwirth.com/

 

  1. HdM GALLERY Viewing Room (Londra)

Mostra: Damien Deroubaix

Fino al 30 giugno 2020

La galleria è chiusa sia nelle sede di Pechino che in quella di Londra. Causa Covid19. Tuttavia è sempre rimasta attiva per i propri clienti sia con le comunicazioni classiche che con alcune proposte di esposizione online nella piattaforma Viewing Room.  

Fino al 30 giugno propone una mostra personale dell’artista francese Damien Deroubaix.

Nato nel 1972 a Lille, in Francia , ha studiato a Saint-Étienne e in Germania (Karlsruhe 1998) e oggi vive e lavora a Meisenthal.( FR)

La ricerca artistica di Damien Deroubaix è caratterizzata da una grande varietà di forme e tecniche: pittura a olio, acquerello, incisione, arazzo, pannelli in legno incisi, ma anche scultura e installazione.

Questa varietà formale è accompagnata dalle fonti e dai riferimenti più eclettici, che spesso coesistono nelle sue opere in uno spirito che ricorda quello, iconoclasta, dei montaggi di Dada.

Motivi presi in prestito da macabre danze medievali si mescolano con evocazioni di tragici capitoli della storia contemporanea; le immagini attuali si confondono con la mitologia o il folklore.

Il suo lavoro è stato esposto nelle migliori istituzioni europee ed è stato oggetto di numerose mostre personali, in particolare in Svizzera e Germania.

 https://www.galleriesnow.net/shows/damien-deroubaix/

sito galleria : http://www.hdmgallery.com/

 

  1. GOOGLE ARTS & CULTURE Movimenti artistici

Mostra: il ROCOCO’

Non indicate date di cessazione visione

Google ha attivato una piattaforma di fruizione dell’immenso patrimonio storico artistico e paesaggistico del mondo, mettendo a disposizione di Musei ed istituzioni culturali strumenti per stimolare l’interesse attraverso la presentazione online delle eccellenze presenti nelle collezioni.

Inoltre Google ha elaborato progetti di approfondimento su artisti e movimenti artistici, elaborati con rigore scientifico, creando vere e proprie mostre che uniscono virtualmente opere di artisti o movimenti distribuiti in Musei e collezioni in ogni angolo del mondo.

Con la presentazione dello stile Rococò Google è entrato in tanti musei ricercando un numero notevole di artisti che nel Settecento hanno dato vita a quel particolare modo di esprimere i contenute delle loro opere.

Sorto in Francia quale stile ornamentale il Rococò si è sviluppatosi dall’inizio a metà del XVIII secolo, manifestandosi in pittura, scultura e architettura.

Rappresenta una fase evolutiva del barocco, in cui l’imponente plasticismo architettonico viene superato nell’aspetto decorativo, caratterizzato da leggerezza compositiva e luminosità cromatica

Il Rococò influenzò principalmente le arti decorative in Europa, soprattutto in Francia, Germania meridionale e Austria.

Il carattere del suo linguaggio formale è espresso dall’asimmetria e ispirato alla natura, con una particolare predilezione per le conchiglie e la vita acquatica in generale. Poco propenso alle rappresentazioni sacre, il Rococò si espresse in rappresentazioni di paesaggi, mitologia e personaggi della nobiltà.

https://artsandculture.google.com/entity/rococò/m096jl?categoryId=art-movement

 

 

Leave a Comment

XXXVI ANTIQUARIA PADOVA

Con proposte che vanno dal mini forziere del ‘500 , all’isola di san Giorgio di De Chirico, al bozzetto di Campigli per gli affreschi alla sede universitaria del Liviano di Padova, Antiquaria 2020 ritorna alla grande,  solo ritardata da marzo

Leggi Tutto »

ALPI di Paolo Pellegrin

L’Istituto Italiano di Cultura di Parigi promuove le alpi italiane con una mostra di Paolo Pellegrin ALPI di Paolo Pellegrin Gli 83 Istituti Italiani di Cultura (IIC) nel mondo sono un luogo di incontro e di dialogo per intellettuali e

Leggi Tutto »

Maurizio Gabbana: Dynamiche infinite

Il fotografo delle città e delle architetture che rappresenta le principali città del mondo. Maurizio Gabbana: Dynamiche infinite Dal 1923, Triennale Milano è un’istituzione internazionale che organizza mostre ed eventi su design, architettura, arti visive e teatro. Il Museo del

Leggi Tutto »

BRITISH ART 1930-NOW

Una mostra che aiuta a scoprire i movimenti che hanno definito un secolo di arte britannica BRITISH ART 1930-NOW Il percorso di questa mostra   inizia con opere surrealiste e le risposte alla seconda guerra mondiale, tra cui i tre studi

Leggi Tutto »

HOW ART BECAME ACTIVE

Una mostra che vuol mostrare come dagli anni Sessanta l’arte  ha assunto un ruolo più attivo nella società. HOW ART BECAME ACTIVE La Tate Modern ha dedicato un suo nuovo edificio, la Switch House, a Len Blavatnik, l’oligarca dei due

Leggi Tutto »