L’arte ai tempi del Covid-19 – Mostre online n.22

Web Project Gallery è un progetto innovativo che vede l’inaugurazione di un esclusivo spazio espositivo virtuale creato per affiancare ed integrarsi con la Galleria A.M. Arte Moderna

L’arte ai tempi del Covid-19 – Mostre online n.22

 

 

Continua la presentazione di mostre  online o visite virtualie proposte dalle principali Istituzioni espositive e da Musei a livello mondiale per superare le limitazioni imposte dalla diffusione della Pandemia da Coronavirus.

Le gallerie private hanno invece attivato le  Viewing Rooms che  sono sale virtuali che vanno a ricreare ambienti esistenti o inediti.

Ci sono poi le Platform, condivisione di più gallerie  giovani che utilizzano assieme il sistema Viewing room  messo a disposizione da organizzazioni fieristiche o  gallerie più attrezzate.

Certamente non è come entrare in una galleria, respirare l’atmosfera dei locali in cui le opere sono esposte, immergersi nella luce che le accompagna, entrare in contatto con le opere, ricevere le sensazioni, anche fisiche , che esse trasmettono,

On line non c’è  quel rapporto diretto con le opere, tuttavia la scelta delle gallerie permette una buona visione delle opere esposte, la conoscenza di autori meno noti o la conferma di artisti affermati.

Questa iniziativa aiuta una  migliore comprensione dell’arte in generale, dai grandi classici antichi e moderni alle più recenti ricerche dei giovani artisti di oggi.

La visione online rappresenta uno stimolo a mantenere  vivo l’interesse dei cittadini verso il mondo dell’arte in attesa della riapertura al pubblico delle sedi espositive.

 

  1.   Galleria A.M. Arte Moderna. (Brescia)

Mostra  virtuale: The virtual art

Fino al 10 giugno 2020.

Web Project Gallery è un progetto innovativo che vede l’inaugurazione di un esclusivo spazio espositivo virtuale creato per affiancare ed integrarsi con la Galleria A.M. Arte Moderna.

La galleria A.M. ha voluto creare un inedito contesto espositivo, unico ed emozionante, mediante un metodo di comunicazione del tutto nuovo nel campo delle gallerie d’arte: un vero ambiente 3D virtuale accessibile a tutti.

La mostra The virtual art propone fino al 10 giugno opere di Afro – De Chirico – Santomaso – Hans Hartung – Sam Francis – Paul Jenkins – Victor Brauner – Christo – Alberto Burri – Arman – Daniel Spoerri – Jacques Villeglé – Hsiao Chin – Mark Tobey – Robert Rauschenberg – Victor Vasarely – George Condo

https://www.webprojectgallery.it/it/index.php

 

  1. TATE MODERN ( Londra) profili d’artista

Mostra: Andy  WARHOL

Fino al 6 settembre 2020 (chiusura mostra reale)

l museo d’arte contemporanea più visitato al mondo propone in video un tour virtuale, realizzato dagli stessi curatori della mostra Gregor Muir e Fiontán Moran, per raccontare Andy Warhol.

La Tate ha infatti portato a Londra oltre 100 opere che ripercorrono l’intera carriera di Andy Warhol (1928, Pittsburgh – 1987, New York City) fino al 6 settembre 2020.

Di fronte alle difficoltà della visita diretta, viene proposto un video e una serie di approfondimenti sulla mostra stessa.

Questa grande retrospettiva è la prima mostra di Warhol alla Tate Modern da quasi 20 anni.

Oltre alle sue iconiche immagini pop di lattine di Marilyn Monroe, Coca-Cola e Campbell, include opere mai viste prima nel Regno Unito.

Venticinque opere della sua serie Ladies and Gentlemen – ritratti di drag queen e trans donne nere e latine – vengono mostrate per la prima volta in 30 anni.

https://www.tate.org.uk/whats-on/tate-modern/exhibition/andy-warhol/exhibition-guide

 

  1. THE J. PAUL GETTY MUSEUM (Los Angeles)

Mostra: visita virtuale al museo

 Senza indicazione di limitazioni temporali

Google Arts & Culture permette di  conoscere realtà museali lontane, anche note, ma difficilmente visitabili dai più.

Il tour virtuale , realizzato con alta qualità scientifica e di immagini, offre a tutti la possibilità di conoscere e apprezzare  le loro collezioni e le loro storie spesso straordinarie.

Due sedi contengono capolavori straordinari:

  • Il J. Paul Getty Museum al Getty Center presenta opere d’arte che vanno dall’VIII al XXI secolo.

La collezione comprende dipinti europei, disegni, sculture, manoscritti miniati, arti decorative e fotografie europee, asiatiche e americane.

 

  1. Galleria Raffaella CORTESE viewing room (Milano)

Mostra:  Screening room 2 – Simone Forti

Fino 30 maggio  2020

Il secondo capitolo di Screening Rooms presenta il video Zuma News (2014) di Simone Forti, insieme a una selezione di disegni dell’artista, coreografa, danzatrice e scrittrice di Los Angeles.

Girato sulla spiaggia di Zuma Beach a Malibu, in California, Zuma News documenta le azioni performative di Simone Forti che interagisce con giornali sulla riva dell’Oceano Pacifico.

Nata a Firenze nel 1935, Forti emigrò bambina negli Stati Uniti.

Alla  fine degli anni ’50 si trasferì a New York, dove si dedicò alla danza presso i Merce Cunningham Studios . Qui ha incontrato coreografi come Trisha Brown, Yvonne Rainer e Steve Paxton dai quali ha tratto insegnamenti nel suo lavoro di coreografa.

https://raffaellacortese.com/viewing-room/screening-room-02/

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.