JUDITH JOY ROSS – PHOTOGRAPHS 1978-2015

controllare preventivamente nel sito esattezza dei dati relativi a mostra, orari e condizioni di accesso con attenzione alle disposizioni a prevenzione della pandemia da Covid 19

Fotografa Americana Judith Joy Ross è celebrata a livello internazionale per la forza dei suoi ritratti.

JUDITH JOY ROSS – PHOTOGRAPHS 1978-2015

 

 

Da un’antica sala da ballo in rovina a sede di LE BAL su proposta dell’ Association des Amis de Magnum Photos, , dopo l’acquisto e il restauro da parte del Comune di Parigi nel 2006.

LE BAL è una piattaforma indipendente inaugurata nel 2010 per mostre, pubblicazioni, idee e formazione, incentrata sull’immagine contemporanea in tutte le sue forme: fotografia, video, film e nuovi media.

Fino al 18 settembre LE BAL ospita la mostra JUDITH JOY ROSS – PHOTOGRAPHS 1978-2015, a cura di Joshua Chuang.

Judith Joy Ross (Hazleton Pennsylvania USA, 1946) è una delle più interessanti e affermate figure della fotografia contemporanea conosciuta in tutto il mondo per i suoi famosi ritratti.

Le sue fotografie attestano, infatti, la capacità di un ritratto di intravedere il passato, il presente e persino il futuro del suo soggetto.

Dalla metà degli anni ’70, Ross ha utilizzato fotocamere di grande formato, stampando i negativi risultanti per contatto per commemorare i suoi brevi incontri con uno spaccato di individui, con particolare attenzione alla popolazione operaia della Pennsylvania nord-orientale, dove è nata, cresciuta e ancora oggi vive.

Senza sentimentalismo o ironia, Ross registra con ferrea delicatezza i volti e il portamento delle persone che stanno davanti al suo obiettivo, intente a vedere la complessità di chi sono piuttosto che una proiezione di chi altrimenti potrebbero essere.

Ciò ha richiesto un livellamento spontaneo e radicale del rapporto tra fotografo e soggetto.

I ritratti di Ross sono realizzati spesso nel contesto di serie fotografiche animate da preoccupazioni morali, civiche o esistenziali.

Le immagini documentano l’ampiezza e la complessità delle esperienze di vita delle persone: l’innocenza e la perdita; coraggio e paura; amarezza e bellezza; resilienza e disincanto: temi che Ross ha esplorato in argomenti che vanno dai bambini nei parchi municipali e nelle scuole pubbliche e ai membri eletti del Congresso, agli immigrati africani a Parigi e agli estranei incontrati durante un viaggio attraverso il paese.

Una mostra che conferma l’affermazione di Ross “Con una macchina fotografica, posso venire a vedere e dare un senso a tutto”.

DATA INIZIO: 16/03/2022

DATA FINE: 18/09/2022

LUOGO: PARIGI – Le BAL

INDIRIZZO: 6, Impasse de la Défense

ORARI DI APERTURA

  • Mercoledì 12.00 – 20.00
  • Giovedì > domenica 12.00 -19.00

INFO

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.