Italia moderna 1945-1975. Le macerie e la speranza

Oltre 150 opere che raccontano il complesso tessuto artistico italiano in uno dei periodi tra i più fecondi e vivaci dal punto di vista culturale

 

Italia moderna 1945-1975: dalla Ricostruzione alla Contestazione

PISTOIA – Palazzo Buontalenti
Via de Rossi, 7 – Pistoia

Fino al 25 agosto 2019

 

Italia moderna 1945-1975: dalla Ricostruzione alla Contestazione
Italia moderna 1945-1975: Le macerie e la speranza. Foto dell’esposizione

 

La Fondazione Pistoia Musei presenta “Italia Moderna 1945-1975: dalla Ricostruzione alla Contestazione”, mostra allestita nei rinnovati spazi espositivi di Palazzo Buontalenti e visibile al pubblico, a ingresso gratuito, fino al prossimo 25 agosto.

Attraverso oltre centocinquanta opere tutte selezionate dalle collezioni d’arte di Intesa Sanpaolo, l’esposizione presenta il complesso tessuto artistico italiano in uno dei periodi di trasformazione del Paese tra i più fecondi e vivaci dal punto di vista culturale.

Questo grazie alla presenza di artisti e movimenti d’avanguardia che si fecero interpreti del nuovo clima dell’Italia del secondo dopoguerra.

La “Ricostruzione” e la “Contestazione” non sono infatti solo due poli cronologici entro cui si dipana l’idea della Modernità, declinata alla maniera italiana.

Sono anche due indicazioni culturali e mostrano già un arco di sviluppo di idee e di costumi che hanno portato l’Italia alla ribalta internazionale, sia come economia che come cultura.

Divisi in tre sezioni vengono presentati gli artisti e i movimenti più rappresentativi della vicenda artistica sviluppatasi in Italia nel secondo dopoguerra.

In mostra ci si confronta pertanto con il realismo sociale di Guttuso, il naturalismo di Morlotti, l’astrattismo geometrico di Crippa, Baj, Reggiani, l’arte informale di Ruggeri, Sanfilippo e Novelli.

Chiude l’esposizione una sezione dedicata ai “maestri” più noti dell’arte italiana del dopoguerra, quelli che hanno saputo interpretare meglio e con maggior efficacia lo “spirito del tempo”.

Tra i capolavori presenti, le sculture di Burri, Colla e Pomodoro, i “tagli” su tela di Fontana, le pitture serigrafiche della serie “Achrome” di Manzoni e della serie “Crack” di Dorazio.

La mostra può essere vista come un grande affresco corale sul recente passato.

 

Orari:
Tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 18.00
Mercoledì chiuso

 

Informazioni:
Tel: +39 0573974266
E-mail: pde@palaexpo.it
Sito web: https://www.palazzoesposizioni.it/

Leave a Comment

Akira Zakamoto – Atelier Montez

In queste tele rivivono Gundam, Actarus, Devilman e Goldrake. Guerrieri ed eroi, eletti a giustizieri supremi nella pittura di immagini tutt’altro che sentimentali, quanto più evocative e significative Akira Zakamoto – Atelier Montez la mostra dell’artista Akira Zakamoto, che rimarrà

Leggi Tutto »
EQUIPE 48

EQUIPE 48

La soffitta dell’amico si trovava poi in un tratto di portico che ogni giorno percorrevamo con le nostre discussioni, quasi a metà del percorso EQUIPE 48     Ci trovavamo nella soffitta sopra il negozio e l’abitazione di uno degli

Leggi Tutto »
Antonio Verrio The Sea Triumph of Charles II c.1674 The Royal Collection Trust/© Her Majesty Queen Elizabeth II 2019

British Baroque Power and Illusion

Una grande mostra sul barocco britannico e sul ruolo dell’arte nella costruzione di una rinnovata visione della monarchia British Baroque Power and Illusion LONDRA –Tate Britain Millbank, Westminster, London SW1P 4RG Dal 4 febbraio al 19 aprile 2020    

Leggi Tutto »
Giuseppe De Nittis: Westminster, 1878. Olio su tela, cm 110 x 192. Courtesy Marco Bertoli

DE NITTIS e la rivoluzione dello sguardo

Uno speciale gemellaggio culturale tra Ferrara e Barletta con due grandi mostre parallele: Barletta ospita il ferrarese Boldini, Ferrara ospita il barlettano De Nittis DE NITTIS e la rivoluzione dello sguardo FERRARA – PALAZZO DEI DIAMANTI Corso Ercole I d’Este,

Leggi Tutto »
George Brecht Incidental Music 1961. Performed by Ken Friedman, Geoff Hendricks, Al Hansen, and Ben Vautier (left to right) at “Milano Poesia”, Ansaldo, Milan, 1989. Photo: F. Garghetti. Courtesy of Fondazione Bonotto. Copyright © Fabrizio Garghetti. All Rights Reserved.

Sense Sound/Sound Sense

Sense sound/sound sense , grande mostra di Fluxus, movimento radicale d’avanguardia, dalla collezione  dell’imprenditore e collezionista veneto Luigi Bonotto Sense Sound/Sound Sense LONDRA – Whitechapel Gallery Whitechapel High Street – London, E1 United Kingdom FINO AL 2 FEBBRAIO 2020  

Leggi Tutto »