Italia moderna 1945-1975. Le macerie e la speranza

Oltre 150 opere che raccontano il complesso tessuto artistico italiano in uno dei periodi tra i più fecondi e vivaci dal punto di vista culturale

 

Italia moderna 1945-1975: dalla Ricostruzione alla Contestazione

PISTOIA – Palazzo Buontalenti
Via de Rossi, 7 – Pistoia

Fino al 25 agosto 2019

 

Italia moderna 1945-1975: dalla Ricostruzione alla Contestazione
Italia moderna 1945-1975: Le macerie e la speranza. Foto dell’esposizione

 

La Fondazione Pistoia Musei presenta “Italia Moderna 1945-1975: dalla Ricostruzione alla Contestazione”, mostra allestita nei rinnovati spazi espositivi di Palazzo Buontalenti e visibile al pubblico, a ingresso gratuito, fino al prossimo 25 agosto.

Attraverso oltre centocinquanta opere tutte selezionate dalle collezioni d’arte di Intesa Sanpaolo, l’esposizione presenta il complesso tessuto artistico italiano in uno dei periodi di trasformazione del Paese tra i più fecondi e vivaci dal punto di vista culturale.

Questo grazie alla presenza di artisti e movimenti d’avanguardia che si fecero interpreti del nuovo clima dell’Italia del secondo dopoguerra.

La “Ricostruzione” e la “Contestazione” non sono infatti solo due poli cronologici entro cui si dipana l’idea della Modernità, declinata alla maniera italiana.

Sono anche due indicazioni culturali e mostrano già un arco di sviluppo di idee e di costumi che hanno portato l’Italia alla ribalta internazionale, sia come economia che come cultura.

Divisi in tre sezioni vengono presentati gli artisti e i movimenti più rappresentativi della vicenda artistica sviluppatasi in Italia nel secondo dopoguerra.

In mostra ci si confronta pertanto con il realismo sociale di Guttuso, il naturalismo di Morlotti, l’astrattismo geometrico di Crippa, Baj, Reggiani, l’arte informale di Ruggeri, Sanfilippo e Novelli.

Chiude l’esposizione una sezione dedicata ai “maestri” più noti dell’arte italiana del dopoguerra, quelli che hanno saputo interpretare meglio e con maggior efficacia lo “spirito del tempo”.

Tra i capolavori presenti, le sculture di Burri, Colla e Pomodoro, i “tagli” su tela di Fontana, le pitture serigrafiche della serie “Achrome” di Manzoni e della serie “Crack” di Dorazio.

La mostra può essere vista come un grande affresco corale sul recente passato.

 

Orari:
Tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 18.00
Mercoledì chiuso

 

Informazioni:
Tel: +39 0573974266
E-mail: pde@palaexpo.it
Sito web: https://www.palazzoesposizioni.it/

Leave a Comment

I giocattoli cechi in mostra a Shanghai

Mini Wonders: Czech Toys Past and Present

Mini meraviglie: giocattoli cechi passati e presenti   I giocattoli cechi SHANGHAI – Power Station of Design 200 Huayuangang Road, distretto di Huangpu, Shanghai Fino a 11 agosto 2019     Giocattoli dal design unico, ambientati in un mondo fiabesco

Leggi Tutto »
ti accompagno

TI ACCOMPAGNO

La mia generazione  arrivava all’età della formazione del pensiero, delle tensioni morali ma anche sessuali, della formazione della personalità e dell’individualità TI ACCOMPAGNO   Abito in una cittadina di origine medievale della pianura veneta. Una cittadina che si è sviluppata

Leggi Tutto »