INTERVISTA A Marina Fiordaliso

 

… il passato non esiste più,il futuro non esiste,esiste solo il presente!

Marina Fiordaliso – in arte solo Fiordaliso nasce a Piacenza  il 19 febbraio del ‘56. Figlia e nipote d’arte (il padre è un musicista), Marina inizia giovanissima a studiare pianoforte e canto presso il Conservatorio”Giuseppe Nicolini” di Piacenza.La sua carriera di cantante comincia con l’incisione di vari brani insieme all’orchestra Bagutti .Nel 1981, ha inizio la sua carriera solista, con la partecipazione al Festival voci nuove di Castrocaro, dove presenta la canzone Scappa via, piazzandosi al primo posto, a pari merito con un giovanissimo  Zucchero Fornaciari.  È qui, infatti, che i due iniziano una collaborazione, che darà i suoi frutti negli anni seguenti. Nel  1982,grazie alla vittoria a  Castrocaro, Marina accede di diritto alla sezione delle Nuove Proposte del Festival di Sanremo interpretando “Una sporca poesia”il suo più grande successo. Nel 1983 partecipa per la seconda volta al Festival di Sanremo con Oramai  brano che le permette di arrivare in finale, raggiungendo il 4 posto e aggiudicandosi il premio della critica. Nel 1984 Fiordaliso partecipa, per la terza volta consecutiva, al Festival di Sanremo, raggiungendo l’apice del suo percorso sul palcoscenico dell’Ariston con Non voglio mica la luna, il suo più grande successo in assoluto, anche fuori dai confini italiani.Nel 1985, Marina  partecipa, per la quarta volta consecutiva, al Festival di Sanremo, dove otterrà ancora un grandissimo successo, per l’intensa interpretazione del brano Il mio angelo. Nel 1986, quasi inaspettatamente, Fiordaliso partecipa al suo quinto consecutivo Festival di Sanremo, con il brano, Fatti miei , una ballata con accenti gospel e dal sapore blues. Scritto da Zucchero, arrangiato da Peppe Vessicchio.

Partecipa ancora al Festival nel 1988 con il brano “Per noi”  e nel 1989”Se non avessi te” entrambi scritti da Toto Cutugno. Nel 1991, ancora Sanremo (dove viene eletta «Lady eleganza»), a cui, di nuovo dopo un anno di pausa, prende parte per la settima volta (ma dove poi non tornerà più per 11 anni, fino al 2002)quando si presenta con “Il mare più grande che c’è” ,. Nel  2002, dopo 11 anni partecipa al  Festival di Sanremo con il brano Accidenti a te, Il brano suscita delle polemiche, soprattutto da parte dei critici, che non concordano sul modo in cui viene affrontato il delicato tema della canzone: il divorzio Nel  2004 partecipa al programma Music Farm e dal 2004 al 2006 esordisce come conduttrice televisiva al  programma di  RAI 2  “Piazza Grande” di Michele Guardì accanto a  Giancarlo Magalli e Mara Carfagna.Nel  2006 parallelamente all’impegno televisivo di Piazza Grande Marina viene chiamata dalla  regista Manuela Metri e dalla  produzione di “Menopause – The Musical”, per interpretare una delle quattro donne protagoniste dell’edizione italiana di uno dei  musical di maggiore successo in America negli ultimi anni. Il debutto avviene a Roma l’ 8 marzo. Segue un mese di repliche sold out, con numerosi passaggi televisivi e grandi consensi per la Fiordaliso attrice, che la stampa definisce «la vera rivelazione dello spettacolo». Le altre tre protagoniste sono  Marisa Laurito, Fioretta Mari e Crystal White. Il 12 aprile 2008 Fiordaliso, debutta, come guest star, all’Auditorium San Domenico di Foligno, nel nuovo musical ” Oltre la barriera Casse”, scritto da Cristina Grandoni e Franco Grandoni, con la regia e coreografia di  Franco Miseria portato in scena dalla Compagnia  OLBC. Fiordaliso canta un originale e difficile brano interpretando “ La regina del Gossip”.Mentre il  9 ottobre partecipando alla terza edizione de La talpa, condotto da  Paola Perego      Il 2009 vede Marina ancora impegnata a Teatro. Agli inizi di  aprile infatti, insieme a Marisa Laurito e Fioretta Mari, è ancora protagonista di  Menopause che registra sold out in tutte le tappe nei maggiori teatri del nord Italia.Il  21 giugno è tra le artiste che partecipano al concerto  Amiche per l’Abbruzzo allo Stadio Meazza di  Milano.Al concerto di beneficenza ideato da Laura Pausini per raccogliere fondi per la ricostruzione di una scuola, Fiordaliso canta il suo più grande successo degli anni 80,”Non voglio mica la luna” in duetto con Annalisa Minetti. A  dicembre esce il singolo  Canto del sole inesauribile con testo di Kaballà tratto dalle poesie di  Papa Woityla, musica e arrangiamentidel Maestro  Fio Zanotti. Con questo singolo, che anticipa il successivo album di inediti, Fiordaliso realizza un nuovo progetto di solidarietà: tutti i proventi andranno a favore dell’ Associazione comunità Giovanni XXIII, fondata da don Oreste Benzi.Nel 2010 presenta il  musical Anima Rock di  Sebastiano Bianco, spettacolo in cui interpreta il fantasma di una squinternata cantante rock. Dopo un lungo tour durato tutta l’estate da novembre ha ripreso il tour  Menopause the Musical.

 

D: Come e quando è nata la tua passione per la musica?

 

R: E’ nata quando ero molto piccola, avevo 12 anni .Mio padre musicista suonava nei locali,così ho incominciato a cantare con lui.

 

D: Hai partecipato ben nove volte al Festival di Sanremo.Pensi che la manifestazione canora,possa essere un’ottima vetrina per farsi conoscere e fare apprezzare così la propria musica ?

 

R: Oggi sono cambiati i tempi! Penso che adesso per farsi conoscere siano più importanti le nuove forme di televisione come i reality vedi “Amici” ed “X Factor.” Una volta andava bene il festival,adesso è diventato una formula po’vecchia che forse non serve più.

 

D: Piazza Grande, la Talpa, Music Farm, quali di queste esperienze ti è piaciuta di più e quale invece cancelleresti definitivamente?

 

R: Piazza Grande è stata un’esperienza diversa da Music Farm e dalla Talpa. In Piazza Grande ho fatto un’esperienza di co-conduttrice con Giancarlo Magalli, con cui entravo nella casa degli italiani tutti i giorni. Nella Talpa ho sostenuto delle prove di coraggio, mentre in Music Farm si parlava di musica. Devo dire che mi sono piaciute tutte le esperienze e non rinnego niente!

 

D: Hai inciso in Italia dei 45 giri di grande successo, come Oramai, Fatti miei, e tanti altri. A quali di questi brani sei maggiormente legata?

 

R: Sono legata molto a “Fatti miei” che è un pezzo scritto per me da Zucchero Fornaciari per un Festival di Sanremo. E’ una canzone di una donna un po’ ribelle e quindi è una dei brani che preferisco.

 

D: Il 29 giugno hai partecipato ad un grande manifestazione canora per l’Abbruzzo, “Amiche per l’Abbruzzo” organizzata da Laura Pausini. Cosa ti ha lasciato questa esperienza?

 

R: Eravamo a S. Siro l’anno scorso. E’ stata un’emozione bellissima e meravigliosa. Questa è la dimostrazione di quanto le donne hanno le palle e quanto riescono a fare degli eventi così grandi quando si mettono insieme. Abbiamo raccolto quasi un milione di euro da poter donare per la ricostruzione di quel territorio. Quindi questo significa che quando  noi donne remiamo verso la stessa direzione riusciamo a fare grandi cose!

 

D: Con quale collega ti piacerebbe duettare in un grande tour?

 

R:  Tutte quelle che hanno partecipato al concerto per l’Abbruzzo, come la Pausini e Gianna Nannini.

 

D: Titolo del tuo ultimo tour “Se rinasco”. Se tu dovessi rinascere cosa faresti e cosa non rifaresti?

 

R: Se rinasco forse farei scelte diverse sulle mie canzoni. Farei sempre la cantante, farei scelte diverse sugli uomini che ho avuto,non cambierei i miei figli, la mia famiglia,se rinascessi mi piacerebbe essere sempre Fiordaliso.

 

D. Hai recitato e cantato in numerosi musical. Mi racconti di questa esperienza?

 

R:Ho ripreso a recitare nel Musical “Menopause”.E’ una forma di teatro che ti dà molto perché puoi cantare e recitare insieme. E’ una forma completa tra recitazione e canto che mi ha completato come artista. Quando sono sul palco ho una sicurezza maggiore che mi ha fatto innamorare del teatro. Mi piacerebbe recitare tutti gli anni in un Musical specialmente d’inverno.

 

D: Qual è il tuo rapporto con gli animali?

 

R: Non ho animali perché faccio un lavoro che mi porta lontano da casa. Sono convinta che gli animali li rispetti se hanno un posto dove possono correre, e stare bene. Io ho una casa molto piccola a Roma e poi ho un lavoro che mi costringere a stare sempre in macchina. Diciamo che sono incapace di fare del male agli animali,mi fanno tenerezza ma forse sono incapace di prendermene cura.

(- Fiordaliso da qualche mese possiede felicemente un piccolo chihuahua di nome JOE)

 

D:Un’ ultima domanda: Cosa bolle in pentola per Marina Fiordaliso?

 

R: Bolle o non bolle! Sto preparando un nuovo album. Continuo a recitare nel Musical Menopause con Fioretta Mari e Manuela Arcuri al posto della Marisa Laurito.Per il resto ho imparato come fanno gli africani  a prendere la vita giorno per giorno: il passato non esiste più,il futuro non esiste, esiste il presente e quindi bisogna pensare al presente e quindi  non posso dire cosa bolle in pentola. Quello che andrò a comprare bollirà!

 

Loredana Rizzo

 

 

1 thought on “INTERVISTA A Marina Fiordaliso

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.