Pikasus Logo

Giulio Paolini. Le chef-d’oeuvre inconnu

Inizio - 15/10/2020

Fine - 31/01/2021

Luogo - RIVOLI (Torino) Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea

Indirizzo - Piazza Mafalda di Savoia

Da disegno geometrico opera realizzata a vent’anni nel 1960, inizia a Rivoli la mostra per gli ottant’anni di Giulio Paolini.

Giulio Paolini. Le chef-d’oeuvre inconnu

 

 

La missione del Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea è quella di promuovere la comprensione della nostra epoca attraverso l’arte e la cultura, coinvolgendo il pubblico locale e internazionale per favorire la crescita sociale e civile del territorio nel quale opera.

Il Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea organizza una mostra personale dedicata a Giulio Paolini (Genova, 1940) in occasione del suo ottantesimo compleanno,

La mostra presenta un percorso inedito che rilegge oltre sessant’anni di produzione artistica, con rare opere custodite dall’artista e nuovi lavori appositamente realizzati per il Castello.

Il titolo della mostra “Le Chef-d’oeuvre inconnu”, dal celebre racconto di Honoré de Balzac, è anche il titolo della grande installazione che accoglie i visitatori nella prima sala (Sala 18, secondo piano Castello).

A partire dal tracciato di Disegno geometrico del 1960, l’intero ambiente espositivo diventa una versione tridimensionale, amplificata e percorribile della stessa opera e delle infinite possibilità a cui essa rimanda.

Il pavimento, le pareti e lo spazio aereo ospitano gli elementi che costituiscono lo schema compositivo di Disegno geometrico, le sue diagonali rosse e i nove punti di squadratura del foglio segnati con il compasso.

Giulio Paolini è uno degli esponenti di spicco dell’arte concettuale, della quale è stato pioniere in Italia e di cui continua a essere indiscusso protagonista.

Il critico Germano Celant negli anni sessanta lo aveva inserito nel novero degli artisti dell’arte Povera con Ceroli, Pistoletto, Pascali, Boetti, Merz, Kounellis.

In effetti egli ha partecipato a diverse mostre di Arte povera.

La rilevanza di Paolini nello scenario dell’arte contemporanea è testimoniato dal gran numero di partecipazioni a due delle più importanti rassegne d’arte internazionali Documenta di Kassel e Biennale di Venezia.

A Kassel (1972, 1977, 1982, 1992) e 10 presenze alla Biennale di Venezia (1970, 1976, 1978, 1980, 1984, 1986, 1993, 1995, 1997, 2013) ne sono la prova.

ORARI

  • Da martedì a venerdì ore 10.00 – 17.00
  • Sabato e domenica ore 10.00 – 19.00

 

INFO

Telefono: 39 011 9565222

Leave a Comment

TRUE FICTIONS

True Fictions. Fotografia visionaria dagli anni ’70 ad oggi TRUE FICTIONS     La Fondazione Palazzo Magnani di Reggio Emilia promuove le arti visive attraverso attività espositive e culturali. Privilegia il dialogo interdisciplinare, il confronto interculturale e le contaminazioni trai

Leggi Tutto »

Paolo Roversi – Studio Luce

Fotografo di moda, paolo Roversi è autore del calendario Pirelli 2020 Paolo Roversi – Studio Luce     L’esposizione intende essere un’occasione unica per scoprire e conoscere la produzione del celebre fotografo ravennate Paolo Roversi (1947) Paolo Roversi è un

Leggi Tutto »

Bertozzi & Casoni. Tempo

La coppia di artisti , maestri della ceramica contemporanea, Bertozzi&Casoni in una grande mostra toscana. Bertozzi & Casoni. Tempo     Il complesso costituito dalla chiesa di S. Agostino con l’ ex-convento rappresenta il principale polo di interesse storico-artistico della

Leggi Tutto »