FRA ANGELICO e l’ascesa del Rinascimento fiorentino

Fra Angelico e l’ascesa del Rinascimento fiorentino  ha  l’obiettivo di  analizzare l’importanza artistica del primo Rinascimento fiorentino tra il 1420 e il 1430 circa, con particolare attenzione alla figura di Beato Angelico

FRA ANGELICO e l’ascesa del Rinascimento fiorentino

MADRID   – MUSEO NACIONAL DEL PRADO
Paseo del Prado, 28014 Madrid
Fino al 15 settembre  2019

FRA ANGELICO e l'ascesa del Rinascimento fiorentino
FRA ANGELICO e l’ascesa del Rinascimento fiorentino

 

Il Museo del Prado

Il Museo del Prado compie duecento anni e ha deciso di dedicare una particolare attenzione alle carenze della collezione permanente. È il caso del Quattrocento italiano, presente a Madrid con pochi ma pregevolissimi capolavori, fra i quali due tavole di Beato Angelico.

La mostra

Fra Angelico e l’ascesa del Rinascimento fiorentino ha l’obiettivo di  analizzare l’importanza artistica del primo Rinascimento fiorentino tra il 1420 e il 1430 circa, con particolare attenzione alla figura di Beato Angelico, uno dei i grandi maestri di questo periodo.
La mostra, che comprende 82 opere concesse in prestito da oltre 40 istituzioni in Europa e in America, è incentrata sull’Annunciazione, nota come Pala del Prado, nella collezione del Museo del Prado, che è ora presentato in tutto il suo splendore dopo il suo, presente recente restauro.

La Pala

La pala ‒ dipinta per il convento di San Domenico a Fiesole ‒, oltre a risplendere di luce e colori vivacissimi dopo il recente restauro, è il fulcro di un’analisi sulle connessioni che si produssero nella Firenze dei primi decenni del Quattrocento, tra artisti come Masaccio e Masolino, Brunelleschi, Ghiberti e Donatello.

Accanto ad essa sono rappresentati La Vergine del Melograno, che recentemente è entrata nella collezione del Museo, e un vasto gruppo di opere dell’artista e di altri pittori di questo periodo.

Risalente alla metà del 1420, L’Annunciazione è la prima pala d’altare fiorentina in stile rinascimentale ad utilizzare la prospettiva per organizzare lo spazio e in cui l’arcata gotica è abbandonata a favore di una struttura più ortogonale, seguendo i precetti favoriti da Brunelleschi.

 

Orari  

Da lunedì a sabato: 10:00 – 20:00.
Domenica e festivi: 10:00 – 19:00

 

Informazioni:

TEL: 902 107 077
http://www.museodelprado.es

 

 

 

Leave a Comment

Martin Schoeller Death Row Exonerees

I grandi ritratti di Martin Schoellere mostrano uomini e donne costrette a condizioni carcerarie inaccettabili. Martin Schoeller Death Row Exonerees Fotografiskaè la più importante galleria per artisti fotografi della Svezia, Fiondata nel 2010 la Galleria ha aperto poi una sede

Leggi Tutto »

COOPER & GORFER: Between These Folded Walls, Utopia

Scatti che offrono immagini di grande bellezza ma anche stimolano alla riflessione sulla condizione della donna. COOPER & GORFER: Between These Folded Walls, Utopia Fotografiska è una galleria svedese dedicata all’arte fotografica. E’ stata inaugurata nel 2010 a Stoccolma, in

Leggi Tutto »

STEVE McCURRY. Icons

In mostra a Cagliari Steve McCurry è uno dei più grandi maestri della fotografia contemporanea. STEVE McCURRY. Icons Steve McCurry è uno dei più grandi maestri della fotografia contemporanea ed è un punto di riferimento per un larghissimo pubblico che

Leggi Tutto »

KAKEMONO

L’arte giapponese dei Kakemono in mostra a Lugano;: la più estesa esposizione mai dedicata all’arte giapponese. KAKEMONO Il Museo delle Culture di Lugano, MUSEC, nella sua rinnovata sede di Villa Malpensata, propone un approfondimento sull’arte orientale . Questo tema, dopo

Leggi Tutto »