FABRIZIO SPUCCHES | Once upon a time in 2020

Controllare preventivamente esattezza dei dati su mostra, orari e condizioni d’ingresso nel sito

Nuovi e suggestivi spazi espositivi ospitano allo scalo Lambrate di Milano la prima di una serie di mostre d’arte.

FABRIZIO SPUCCHES | Once upon a time in 2020

 

 

Questa mostra è la prima di una lunga serie che sarà ospitata nei nuovi e suggestivi spazi di Scalo Lambrate, un progetto di rigenerazione urbana di un magazzino ferroviario in disuso, nato dalla collaborazione tra l’Associazione Formidabile, Municipio 3, The Sanctuary Eco Retreat e FS Sistemi Urbani.

La mostra, aperta al pubblico mercoledì 28 aprile si propone di scommettere e trovare un punto di incontro tra arte e comunicazione.

Il quesito è: l’arte può essere uno strumento per rappresentare la realtà, sottraendo questo primato dalla banalità della comunicazione di massa?

Oltre 100 fotografie per una mostra articolata in quattro diverse sezioni, che offrono diversi punti di vista, nuovi e sorprendenti, sulla condizione umana in periodo straordinario per la vita di ognuno di noi: l’esperienza dell’isolamento causato dalla pandemia Covid19.

E’ innegabile che questo periodo passerà alla storia come uno dei più discussi dell’ultimo secolo: la cronaca è stata praticamente monopolizzata dal Covid, ma anche l’arte se ne è occupata cercando di portare questa narrazione in un’ottica metaforica, paradigmatica.

Gli scatti proposti nei nuovi spazi espositivi dello Scalo di Lambrate presentano scorci di storia contemporanea.

Immagini che sono sotto gli occhi di tutti, ma che spesso non vogliamo vedere.

Vengono così proposti aspetti più nascosti della “classe operaia” al divario (cresciuto enormemente) tra ricchi e poveri.

Sorge allora legittimo il dubbio che ancora una volta sia l’economia a governare il nostro modo di vivere e resistere a quest’epoca.

Lo scatto fotografico penetra la realtà con la durezza dell’immagine.

Seguono poi due sezioni iconiche, che strizzano l’occhio alla storia dell’arte.

La prima sezione traccia una serie di ritratti surreali, dal sapore rinascimentale, che hanno un atteggiamento sacro e profano al tempo stesso nei confronti del virus.

La seconda invece è una sequenza dedicata al nudo, al tabù che resiste nonostante stia cambiando ogni paradigma.

DATA INIZIO: 28/04/2021

DATA FINE: 16/05/2021

LUOGO: MILANO – Scalo Lambrate

INDIRIZZO: Fermata Lambrate, Via Pietro Andrea Saccardo 12, Milano

TEL: +39 02 495 296 90

ORARI DI APERTURA

  • Da lunedì a domenica ore 10.00 – 18.00
  • Sabato, domenica e festivi con prenotazione obbligatoria su link https://onceuponatimein2020.splashthat.com

INFO

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.