ELIO ARMANO: micro cosmi scolpiti

A Teolo, al centro dei colli Euganei il Museo Dino Formaggio gli dedica una personale curata da Paolo Coltro

ELIO ARMANO: micro cosmi scolpiti

TEOLO (PD) – Museo “Dino Formaggio”
Palazzetto dei Vicari Via Molare 1 – Teolo (Padova)
Fino al 3 novembre 2019

 

ELIO ARMANO: micro cosmi scolpiti
ELIO ARMANO: micro cosmi scolpiti

 

Elio Armano (Padova 1945)

È stato allievo di Alberto Viani all’Accademia di Belle Arti di Venezia.

Si è impegnato da subito nella scultura, per la quale nel 1967 ottiene il premio dell’Opera Bevilacqua la Masa di Venezia.

Inizia l’esperienza di scenografo e costumista per il teatro popolare di Ricerca di Padova.

Da quegli anni inizia la frequentazione che avvia a solide amicizie con artisti come Zancanaro e Murer, con il poeta Andrea Zanzotto e lo scrittore Mario Rigoni Stern.

Si impegna politicamente per anni assumendo incarichi politici e ammnistrativi (Sindaco di Cadoneghe, consigliere regionale) che lo occupano intensamente senza tuttavia impedirgli di avere sempre con sé penna matita e libricini per appunti e disegni.

 

ELIO ARMANO: micro cosmi scolpiti

A Teolo, al centro dei colli Euganei il Museo Dino Formaggio gli dedica una personale curata da Paolo Coltro.

Sono in mostra una cinquantina di lavori che spaziano dalle sculture di piccole dimensioni realizzate in terracotta, ottenuta mescolando gres alla creta, talvolta con ferro aggiunto, ad una serie di Piatti dipinti.

I paesaggi di creta di Armano sono di piccole dimensioni ma invitano a grandi riflessioni.

 

Il rapporto tra il mondo dell’uomo e la natura: dialogo o conflitto?

Le sue città in miniatura possono sembrare un gioco ma contengono il messaggio sulle difficoltà del rapporto tra il mondo dell’uomo e la natura: dialogo o conflitto?

Non possiamo ignorare gli sconvolgimenti che sulla natura stanno producendo i cambiamenti climatici, sui quali la responsabilità dell’uomo non può essere nascosta.

Ma la riflessione di Armano va alla complessiva evoluzione della società, ai problemi sociali ed economici, alla vita di emarginazione e solitudine, alle periferie critiche delle città.

Gli stimoli per riflettere non mancano.

 

ORARI

abato e domenica dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle ore 16.00 alle ore 19.00.

 

INFO

T.+39 049 9998530

 

 

Leave a Comment

Nel salotto del collezionista

Un percorso espositivo gratuito reso straordinario da capolavori di Francesco Hayez, Giuseppe Pellizza da Volpedo, Gaetano Previati, Giacomo Balla, Adolfo Wildt provenienti da prestigiose istituzioni museali della Lombardia UNA GRANDE MOSTRA SU ARTE E MECENATISMO LOMBARDO TRA 800 E 900

Leggi Tutto »
Time Machine – Vedere e sperimentare il Tempo

Time Machine – Vedere e sperimentare il Tempo

Cinema, video e videoinstallazioni proposte come vere e proprie “macchine del tempo”, secondo tre diverse accezioni: come media capaci di registrare, archiviare e ripresentare fenomeni visivi e audiovisivi  Time Machine – Vedere e sperimentare il Tempo     Nel 2020

Leggi Tutto »

Della materia spirituale dell’arte

MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo riunisce alcuni tra i più importanti protagonisti della scena artistica dei nostri tempi in una grande collettiva sul tema della materia spirituale dell’arte  Della materia spirituale dell’arte     Il MAXXI –

Leggi Tutto »

The Missing Planet

Uno sguardo sullo stato dell’arte e della ricerca artistica nelle ex repubbliche sovietiche a trent’anni dalla caduta del muro di Berlino The Missing Planet   Il Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci di Prato è la prima istituzione italiana progettata

Leggi Tutto »