Edward Hopper alla Fondation Beyeler, Basilea

A Basilea una grande mostra di Edward Hopper, pittore della solitudine e dell’inquietudine

Edward Hopper alla Fondation Beyeler Basilea

BASILEA – Fondazione Beyeler
Baselstrasse 101Riehen/BaselCH-4125
Dal 26 gennaio al 17 maggio 2020 

 

Edward Hopper, Second story sunlight, 1960 / Autore: Whitney Museum of American Art / Detentore del copyright: © © Heirs of Josephine Hopper / 2019, ProLitteris, Zürich – © 2019. Digital image Whitney Museum of American Art / Licensed by Scala
Edward Hopper, Second story sunlight, 1960 / Autore: Whitney Museum of American Art / Detentore del copyright: © Heirs of Josephine Hopper / 2019, ProLitteris, Zürich – © 2019. Digital image Whitney Museum of American Art / Licensed by Scala

 

La Fondazione  Beyeler è stata costituita nel 1997 dai coniugi Ernst e Hildy Beyeler a Riehen. 

L’edificio, progettato da Renzo Piano possiede una raffinata collezione di  circa 200 opere che vanno dal post impressionismo, all’espressionismo astratto fino alla Pop Art con capolavori di Monet, Van Gogh, Kandinsky, Giacometti, Rothko, Bacon, Fontana, Richter.  

Negli spazi dedicati a eventi temporanei la Fondazione  organizza invece frequenti mostre di elevata caratura scientifica. 

Dal 26 gennaio la Fondazione mostrerà opere di Edward Hopper (1882-1967), uno dei più importanti pittori americani del XX  secolo.  

La fama internazionale di Hopper deriva dalla forte caratteristica dei temi sui quali si sono concentrate le sue opere: il paesaggio  della campagna americano e le vedute urbane, con interni di grande impatto emozionale. 

Saranno in mostra 67 opere, tra tele e carte  capaci di affascinare lo spettatore perché lasciano ampio spazio all’immaginazione di chi guarda. 

Egli stesso peraltro diceva “ non dipingo quello che vedo ma quello che provo 

Con acquerelli e dipinti ad olio che vanno dagli anni ’10 agli anni ’60, la mostra fornirà una panoramica ampia ed emozionante della natura sfaccettata dell’opera di Edward Hopper. 

Una pittura fatta di luci e ombre, di finestre illuminate che fanno vedere la vita all’interno, di case, alberi, nuvole, binari e strade che si perdono nella campagna. 

Una pittura ove si respira un’atmosfera di malinconia, di rimpianto, di noia e alienazione. 

Un mondo di rassegnazione, di attesa di qualcosa che deve avvenire o deve apparire. 

Nel mondo dipinto da Hopper c’è sempre un’aria di mistero che rende  la pittura affascinante. 

 

ORARI 

Da giovedì  a martedì dalle 10.00 alle 18.00 

mercoledì dalle 10.00 alle 20.00 

INFO 

www.fondationbeyeler.ch 

Leave a Comment

MUNTADAS. Interconnessioni (ArtCity2020)

MUNTADAS. Interconnessioni (ArtCity2020)

Per la prima volta in un Museo italiano Antoni Muntadas, uno dei pionieri della Media Art nell’ambito dell’arte concettuale MUNTADAS. Interconnessioni (ArtCity2020) Muntadas. Interconnessioni è uno dei Main project di ART CITY Bologna 2020. La mostra rientra nel programma istituzionale

Leggi Tutto »
Mutazioni Resistenti - BOLOGNA – Teatro Arena del Sole

Mutazioni Resistenti

Un Teatro che guarda alla città. Una mostra fotografica al Teatro Arena del sole entra con l’obiettivo nelle trasformazioni della città  mescolando tre generi fotografici: architettonico, ritrattistico e fotogiornalistico Mutazioni Resistenti     Progettata come “luogo dato agli spettacoli diurni”,

Leggi Tutto »
Caravaggio-Bernini. Baroque in Rome

Caravaggio-Bernini. Baroque in Rome

Caravaggio e Bernini furono determinanti per orientare le sorti, rispettivamente, della pittura e della scultura del XVII secolo Caravaggio-Bernini. Baroque in Rome     Michelangelo Merisi detto il Caravaggio  ( 1571 – 1610) e Gian Lorenzo Bernini (1598 – 1680),

Leggi Tutto »
Momentary Monument The Library - LARA FAVARETTO Blind Spot

LARA FAVARETTO: Blind Spot

Una libreria che espone oltre 2.000 libri raccolti a Miami e salvati dal macero è una delle opere in mostra alla personale di Lara favaretto LARA FAVARETTO: Blind Spot     Bass Museum of Art fu aperto nel 1963, quando

Leggi Tutto »
FIRENZE LAI. L’équilibre des blancs

Firenze Lai

La prima mostra personale in Europa dell’artista di Hong Kong Firenze Lai, con personaggi in movimento negli ambienti urbani FIRENZE LAI. L’équilibre des blancs     Il Museo d’Arte Moderna e Contemporanea di Saint-Etienne Métropole (MAMC +) è il primo

Leggi Tutto »