Edward Hopper alla Fondation Beyeler, Basilea

A Basilea una grande mostra di Edward Hopper, pittore della solitudine e dell’inquietudine

Edward Hopper alla Fondation Beyeler Basilea

BASILEA – Fondazione Beyeler
Baselstrasse 101Riehen/BaselCH-4125
Dal 26 gennaio al 17 maggio 2020 

 

Edward Hopper, Second story sunlight, 1960 / Autore: Whitney Museum of American Art / Detentore del copyright: © © Heirs of Josephine Hopper / 2019, ProLitteris, Zürich – © 2019. Digital image Whitney Museum of American Art / Licensed by Scala
Edward Hopper, Second story sunlight, 1960 / Autore: Whitney Museum of American Art / Detentore del copyright: © Heirs of Josephine Hopper / 2019, ProLitteris, Zürich – © 2019. Digital image Whitney Museum of American Art / Licensed by Scala

 

La Fondazione  Beyeler è stata costituita nel 1997 dai coniugi Ernst e Hildy Beyeler a Riehen. 

L’edificio, progettato da Renzo Piano possiede una raffinata collezione di  circa 200 opere che vanno dal post impressionismo, all’espressionismo astratto fino alla Pop Art con capolavori di Monet, Van Gogh, Kandinsky, Giacometti, Rothko, Bacon, Fontana, Richter.  

Negli spazi dedicati a eventi temporanei la Fondazione  organizza invece frequenti mostre di elevata caratura scientifica. 

Dal 26 gennaio la Fondazione mostrerà opere di Edward Hopper (1882-1967), uno dei più importanti pittori americani del XX  secolo.  

La fama internazionale di Hopper deriva dalla forte caratteristica dei temi sui quali si sono concentrate le sue opere: il paesaggio  della campagna americano e le vedute urbane, con interni di grande impatto emozionale. 

Saranno in mostra 67 opere, tra tele e carte  capaci di affascinare lo spettatore perché lasciano ampio spazio all’immaginazione di chi guarda. 

Egli stesso peraltro diceva “ non dipingo quello che vedo ma quello che provo 

Con acquerelli e dipinti ad olio che vanno dagli anni ’10 agli anni ’60, la mostra fornirà una panoramica ampia ed emozionante della natura sfaccettata dell’opera di Edward Hopper. 

Una pittura fatta di luci e ombre, di finestre illuminate che fanno vedere la vita all’interno, di case, alberi, nuvole, binari e strade che si perdono nella campagna. 

Una pittura ove si respira un’atmosfera di malinconia, di rimpianto, di noia e alienazione. 

Un mondo di rassegnazione, di attesa di qualcosa che deve avvenire o deve apparire. 

Nel mondo dipinto da Hopper c’è sempre un’aria di mistero che rende  la pittura affascinante. 

 

ORARI 

Da giovedì  a martedì dalle 10.00 alle 18.00 

mercoledì dalle 10.00 alle 20.00 

INFO 

www.fondationbeyeler.ch 

Leave a Comment

ARTEVERONA 2020

Veronafiere  non rinuncia all’arte : rilancia e riprogramma ArtVerona per dicembre 2020 ARTEVERONA 2020     Veronafiere, annuncia il riposizionamento della 16a edizione di ArtVerona: la fiera d’arte moderna e contemporanea si svolgerà dall’11 al 13 dicembre 2020. La decisione

Leggi Tutto »

Fabula / Viaggio in Oriente

Tre artisti che rappresentano un proprio  mondo filtrato con gli occhi del viaggiatore ispirato dalla narrazione letteraria di Calvino, Byron e Parise Fabula / Viaggio in Oriente   Il museo del paesaggio di Torre di Mosto ospita opere di pittori

Leggi Tutto »

PIRANESI Roma BASILICO

Straordinarie vedute di Roma distanti due secoli : la grafica di Piranesi e gli scatti fotografici di Basilico  si confrontano a Venezia PIRANESI Roma BASILICO     Palazzo Cini fu la residenza veneziana di Vittorio Cini ,. Oggi è possibile

Leggi Tutto »

IGOR MITORAJ tra terra e mare

Nella pineta Alpemare di Forte dei Marmi , le monumentali sculture frammentate di Igor Mitoraj IGOR MITORAJ tra terra e mare     Igor Mitoraj non è nuovo della Versilia. A Pietrasanta, Forte dei marmi, Massa Carrara e Lucca il

Leggi Tutto »