É PER SEMPRE

Controllare preventivamente esattezza dei dati su mostra, orari di apertura, di ultimo ingresso e condizioni di accesso in relazione alle vigenti normative ANTICOVID

Due artisti friulani si confrontano in Basilicata con i reperti del museo archeologico di Melfi.

É PER SEMPRE

 

 

Dal 18 aprile 2022 il Museo Archeologico Nazionale Massimo Pallottino, all’interno del Castello Federiciano di Melfi (PZ) ospita la mostra È per sempre di Mara Fabbro e Alberto Pasqual, con la curatela di Alessandra Santin.

Mara Fabbro è nata ad Aviano in Friuli nel 1972 dove ancora oggi vive e lavora.

Mara si avvicina alla pittura molto giovane da autodidatta.

Nelle sue opere lei usa un impasto sabbioso che stende e lavora con le mani, spatole e altri strumenti, intervenendo poi con il pigmento per colorare l’impasto.

La scelta di questo materiale è determinata dal desiderio di creare un’opera “viva” con un forte impatto comunicativo.

Friulano di Sacile anche Alberto Pasqual, nato nel 1965, scopre e si appropria dei segreti della materia nella bottega di famiglia da autodidatta.

Fin da subito inizia a lavorare svariati materiali, come la creta, il gesso, il bronzo, e il cemento, ma il materiale che predilige in assoluto è il ferro, per la sua forza e la sua durezza. E’maestro nell’uso manuale del cannello, grazie al quale rende duttile e trasforma il metallo in forme sempre nuove.

La mostra ha carattere diffuso nell’ottica di fare sistema con le istituzioni locali; infatti, oltre al nucleo principale presente nel castello di Melfi, espone un’opera di Mara Fabbro nell’atrio del Comune e un’opera di Alberto Pasqual nel Museo Diocesano.

Questa di Melfi è la quarta edizione di È per sempre, esposizione promossa da Theke e dalla Fondazione Giovanni Santin, corredata da un catalogo edito da Punto Marte editore.

La mostra è visitabile fino al 30 ottobre 2022, nelle scuderie e in alcuni spazi del Museo archeologico nazionale “Massimo Pallottino”.

Gli artisti hanno progettato una serie di opere site specific ispirate ai due preziosi sarcofagi di Atella e Rapolla, nella consapevolezza che il titolo emblematico della mostra È per sempre, in questo contesto apra anche alle categorie del Tempo storico, documentate dai reperti archeologici presenti nel Museo.

Alcuni capolavori, più di altri, sono rappresentativi della “durata” cui fanno riferimento le ricerche di Mara Fabbro e Alberto Pasqual.

L’uso di materie e tecniche originali; la grafica su carte preziose; la fusione del polimetacrilato e del ferro, i fili d’erba giganteschi di Eterotopia di Pasqual condurranno oltre la soglia del Tempo e dello Spazio.

L’uso delle luci al led e le straordinarie composizioni di resine a mosaico, sospese nelle trasparenze dei polietileni, renderanno la visione contemporanea delle opere antiche, in dialogo con la ricerca odierna di Mara Fabbro, un’esperienza

DATA INIZIO: 18/06/2022

DATA FINE: 30/10/2022

LUOGO: MELFI (Potenza) - Museo archeologico nazionale del Melfese "Massimo Pallottino"

INDIRIZZO: Castello Federiciano Via Normanni

TEL: +39 0972 238726

ORARI DI APERTURA

  • Lunedì 14.00 – 20.00
  • Martedì > domenica 09.00 – 20.00
  • (NB la biglietteria chiude 30 minuti prima)

INFO

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.