Disonata. Art in Sound until 1980

Inizio - 23/09/2020

Fine - 01/03/2021

Luogo - MADRID – Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofia

Indirizzo - Santa Isabel 52 Madrid, Spain 28012

A Madrid insieme il fotografo Man Ray, gli architetti Le Corbusier e Xenakis, gli artisti Karel Appel e Kurt Schwitters per una mostra su arte e musica.

Disonata. Art in Sound until 1980

 

Karel Appel in Phonogram Studio, during the project Musique barbare, 1963. Photo B&W. Nederlands Fotomuseum, © Ed van der Elsken
Karel Appel in Phonogram Studio, during the project Musique barbare, 1963. Photo B&W. Nederlands Fotomuseum, © Ed van der Elsken

 

Un tempo musica e arti visive erano due mondi paralleli  e distinti della creatività umana.

Con lo sviluppo dei movimenti d’avanguardia del XX secolo, il suono è entrato  diffondendosi in molte direzioni nel campo delle arti visive.

La musica è entrata in spazi artistici fino ad allora inesplorati, spesso libera da schemi e norme consolidate nel passato.

Mentre le arti visive uscivano dai confini  dalla tela o dal classico materiale plastico  per usare materiali più vari, esprimere in modo nuovo e più  libero le emozioni dell’arte, la musica entrava come parte integrante. Le arti sonore si sono mescolate con le arti visive mentre lo sviluppo tecnologico offriva sempre nuovi mezzi di registrazione e sintesi del suono.

La mostra che si apre al Centro de Arte Reina Sofia il 23 settembre vuole rappresentare questa rivoluzione:

Si tratta di una mostra che mette assieme l’esperienza di maestri come il fotografo Man Ray, gli architetti Le Corbusier e Xenakis, gli artisti Karel Appel e Kurt Schwitters per presentare una selezione di forme, generi, approcci ed esempi unici.

Una mostra che abbraccia diverse iniziative che sono andate oltre le categorie predefinite nell’arte moderna e contemporanea fino al 1980.

La mostra pone l’accento su diversi momenti cardine: l’esperienza futurista di costruire strumenti per modulare i rumori; il fascino degli artisti visivi per il registratore intorno alla metà del XX secolo; e esperimenti spaziali, musicali e multimediali, per esempio il padiglione Philips progettato da Le Corbusier e Iannis Xenakis per l’Esposizione Universale di Bruxelles nel 1958.

La ricorrente interrogazione delle forme musicali classiche è anche oggetto di revisione critica negli artisti del tempo , quali l’uso del suono da parte dei dadaisti come Schwitters  e Man Ray  o i saggi di Musique Barbare di Karel Appel.

ORARI

  • Lunedì e da mercoledì a sabato ore 10.00 – 21.00
  • Domenica e festivi ore 10.00 – 19.00
  • Martedì chiuso

INFO

  • +34.91.468.30.02
  • https://www.museoreinasofia.es

Telefono: 34.91.468.30.02

Leave a Comment

FRANCO GUERZONI. L’immagine sottratta

Torna a Milano Franco Guerzoni, l’artista che ha fatto delle pareti vecchie e scrostate, piene di rigonfiamenti, crepe,  i graffi,  muffe e salnitri, le protagoniste della sua ricerca artistica. FRANCO GUERZONI. L’immagine sottratta       Il Museo del Novecento

Leggi Tutto »

Suzan Frecon oil paintings

All’interno di una fantasia di colori, l’artista americana Suzan Frecon sospende la forza della struttura dei suoi dipinti. Suzan Frecon oil paintings     David Zwirner presenta i nuovi dipinti ad olio di Suzan Frecon nella sede della galleria 537

Leggi Tutto »

Isa Genzken Paris New York

Utilizzando materiali commerciali inconsistenti le sculture di Isa Genzken esplorano la tensione tra permanenza e caducità. Isa Genzken Paris New York     David Zwirner presenta una mostra di lavori recenti dell’artista tedesco Isa Genzken(1948), in mostra presso la sede

Leggi Tutto »

Picasso and the Comics Picasso Poète

Due mostre contemporanee al Museo Picasso di Parigi: una offre l’opportunità per una riflessione sul rapporto tra il maestro spagnolo e la letteratura a fumetti,l’altra svela la vena poetica del maestro. Picasso and the Comics Picasso Poète     Nato

Leggi Tutto »