CUORE ROSSOBLÙ

di Giuseppe Tassi

di Giuseppe Tassi

Roma-Bologna 1-0: i gol rossoblù rimangono un miraggio

La compagnia del ‘mangiagol’ rimedia l’unico risultato possibile: la sconfitta

Roma-Bologna 1-0: i gol rossoblù rimangono un miraggio

Bologna's Roberto Soriano reacts during the Italian Serie A soccer match between Roma and Bologna at the Olimpico stadium in Rome, Italy, 11 April 2021. ANSA/FABIO FRUSTACI
Bologna’s Roberto Soriano reacts during the Italian Serie A soccer match between Roma and Bologna at the Olimpico stadium in Rome, Italy, 11 April 2021. ANSA/FABIO FRUSTACI

 

Nel suo momento migliore, con le armi del pressing alto e del movimento corale, il Bologna potrebbe segnare per quattro volte alla Roma.
Ma i ‘golofagi’ (mangiatori di gol, appunto), sbagliano tutto il possibile dentro l’area giallorossa.
Prima Barrow, poi Palacio, Soriano e infine Danilo gettano al vento palloni comodi da sospingere in porta.
Poi basta un errore fatale di Danilo e Borja Mayoral punisce la difesa alta del Bologna, affondando in velocità come una lama tagliente.
Nella ripresa, con più titolari in campo e più qualità, la Roma procura qualche brivido alla banda Mihajlovic.
Ma ci sarebbe lo spazio e l’opportunità per punire una difesa non impeccabile.
Anche sfruttando la freschezza dei nuovi entrati Orsolini, Sansone e Juwara.
Ma la squadra non si accende, i ritmi restano troppo bassi per aggredire gli avversari in modo convinto.

E il giro-palla somiglia sempre più a un valzer lento e prevedibile.

Finisce con un ultimo e inutile assalto, mentre un velo di malinconia cala su questo Bologna che non riesce a decollare.
Buono il rendimento della difesa, con il peccato fugace di Danilo e la prova solidissima di Soumaoro.
A centrocampo sempre efficace Schouten, bravo a tamponare e rilanciare, meno calibrato Svanberg che si perde un po’ nella battaglia.
Delude l’attacco con il passo indietro di Skov Olsen, che brilla solo per pochi minuti e poi torna pallido principe, mentre Palacio e Barrow, generosi come sempre, non trovano il gol che potrebbe far decollare il Bologna.
Nulla di nuovo sotto il sole: la squadra di Sinisa gioca tanto, pressa e si spreme perfino oltre i suoi limiti atletici ma non stringe nulla.
Perché il gol rimane un miraggio e Mihajlovic sembra un moderno Don Chisciotte che si batte contro i mulini a vento.

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.