CUORE ROSSOBLÙ

di Giuseppe Tassi

di Giuseppe Tassi

Bologna-Lazio 2-0: gioia rossoblù

Il soldato Mbaye, il redivivo Sansone e un rigore parato da Skorupski

Bologna-Lazio 2-0: gioia rossoblù
Con un gol per tempo il Bologna firma la sua prima vittoria di stagione contro una big del campionato.
Un successo doppiamente importante: per la classifica, che finalmente si assesta verso l’alto, e per l’autostima della squadra di Mihajlovic.
Non è facile battere una Lazio provata dallo shock Bayern ma sempre capace di esprimere un calcio offensivo di alta pericolosità. Perdipiu’ il Bologna allinea una difesa d’emergenza che deve fare a meno del suo uomo più solido, il giapponese Tomiyasu e di Dijks.
Ma Sinisa questa volta decide di giocarsela alla sua maniera: difesa chiusa a doppia mandata intorno a un monumentale Soumaoro ma anche pressing ossessivo sulle uscite della Lazio e due cacciatori di palloni a centrocampo (Svanberg e Dominguez), veloci come levrieri e sempre pronti a mordere le caviglie laziali.
Un piano tattico che rischia di sciogliersi come neve al sole per un stupido fallo da rigore di Dominguez su Correa all’alba della partita.
Ma Skorupski chiude la porta a Immobile e, a scanso di equivoci, stavolta blocca pure la palla.
È la scossa di adrenalina che serve al Bologna per decollare con una pregevole azione Soriano-Orsolini e tap-in vincente di Mbaye sulla corta respinta di Reina.

Qui la squadra di Mihajlovic ha il pregio di continuare la sua partita diligente ed equilibrata, senza mai rinunciare a mordere in contropiede.

E così dalla combinazione Soriano-Barrow nasce il raddoppio di Sansone in semirovesciata acrobatica.
Prestazione di lusso per Soriano, fantastico regista offensivo e per Soumaoro , che guida una difesa quasi perfetta.
Bene anche i giovani dioscuri del centrocampo Svanberg e Dominguez, che riscatta la grave leggerezza commessa in partenza.
Ma oggi é giusto celebrare soprattutto il soldato Mbaye, eterno jolly e ormai quarta scelta per il ruolo di esterno difensivo, e il ritrovato Sansone.
Il piccolo attaccante italo-tedesco firma suo secondo gol stagionale, aiuta la squadra in ogni situazione e saluta la gloria ritrovata con un sorriso contagioso.
E il popolo rossoblu si fa contagiare dal virus buono.

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.