COVID-19 L’Arte dopo il Lockdown TORNANO LE MOSTRE n.4

Lentamente ,Musei, Centri culturali e Gallerie d’arte ritornano alla normalità

Presso PALAZZO PALLAVICINI (Bologna) apre al pubblico fino al 21 luglio con orario dal giovedì alla domenica dalle ore 11:00 fino alle ore 20:00 la mostra: ROBERT DOISNEAU

COVID-19 L’Arte dopo il Lockdown TORNANO LE MOSTRE n.4

 

 

  1. PALAZZO PALLAVICINI (Bologna- IT)

Via San Felice, 24

Mostra: ROBERT DOISNEAU

Fino al 21luglio 2020

Originariamente prevista l’apertura al pubblico dal 6 marzo al 21 giugno, la mostra è rimasta sospesa causa Covid19.

Ora apre al pubblico prorogata fino al 21 luglio con orario dal giovedì alla domenica dalle ore 11:00 fino alle ore 20:00 nel rispetto delle condizioni di sicurezza previste dalle norme.

L’esposizione è il risultato di un ambizioso progetto avviato nel 1986 dalle figlie del fotografo, che hanno selezionato da 450mila negativi, le 143 immagini in mostra.

Entrando a Palazzo Pallavicini è come entrare nei sobborghi grigi delle periferie parigine, tra fabbriche, piccoli negozi, bambini solitari o ribelli.

Non manca la guerra dalla parte della Resistenza, il popolo parigino al lavoro o in festa, gli scorci nella campagna francese, gli incontri con artisti e le celebrità dell’epoca, il mondo della moda e i personaggi eccentrici incontrati nei caffè parigini,.

Tutti questi sono i protagonisti del racconto fotografico di un mondo che “non ha nulla a che fare con la realtà, ma è infinitamente più interessante”.

Influenzato dall’opera di André Kertész, Eugène Atget e Henri Cartier-Bresson, Doisneau conferisce importanza e dignità alla cultura di strada, con una particolare attenzione per i bambini, di cui coglie momenti di libertà e di gioco fuori dal controllo dei genitori, trasmettendoci una visione affascinante della fragilità umana.

https://www.palazzopallavicini.com/mostre/

 

  1. MUSEO SANTA CATERINA (Treviso – IT)

Mostra: NATURA IN POSA – CAPOLAVORI DAL KUNSTHISTORISCHES MUSEUM DI VIENNA IN DIALOGO CON LA FOTOGRAFIA CONTEMPORANEA

Dal 2 giugno al 27 settembre 2020 (ingresso gratuito dal 2 al 7 giugno)

Martedì 2 giugno 2020, in occasione della Festa della Repubblica, riapre  il Museo di Santa Caterina con la mostra NATURA IN POSA. Capolavori dal Kunsthistorisches Museum di Vienna in dialogo con la fotografia contemporanea,

La mostra promossa dalla Città di Treviso e Civita Tre Venezie, in collaborazione con il Kunsthistorisches Museum di Vienna, era stata inaugurata il 30 novembre 2019 ma chiusa a febbraio causa pandemia Covid19.

Natura In posa è un percorso straordinario, un dialogo tra antico e contemporaneo, tra pittura e fotografia, sul tema dello Still life, la Natura morta, documentato grazie ai prestigiosi prestiti del Kunst di Vienna:
Sono presenti opere dalla fine del Cinquecento a tutto il XVII secolo (con opere di Brueghel, Baschenis, e molti altri.

Completa la mostra una selezione di scatti fotografici di artisti contemporanei come David LaChapelle, Robert Mapplethorpe, Martin Parr, Nino Migliori.

La mostra che doveva chiudere al 31 maggio è prorogata al 27 settembre alle condizioni di sicurezza previste dalle norme (Ingressi contingentati e obbligo di mascherine)

Prenotazioni e informazioni

Call center 0422-1847320

www.ticketone.it

www.mostranaturainposa.it

Orari

dal giovedì a domenica, dalle 11.00 alle 19.00

https://www.mostranaturainposa.it/it/

 

  1. FONDAZIONE SANDRETTO RE REBAUDENGO (Torino – IT)

Mostra : Aletheia di Berlinde De Bruyckere

Fino al 12 luglio 2020

(sabato e domenica + 2 giugno dalle 12.00 alle 19.00)

E’ riaperta al pubblico la mostra dell’artista Berlinde de Bruyckere  che, inaugurata il 1 novembre 2019,  era stata sospesa causa Coronavirus.

Le visitatrici e i visitatori saranno accolti dalle mediatrici culturali, secondo un approccio che da sempre privilegia la dimensione del piccolo gruppo, coniugando il dialogo con le informazioni sulla mostra, le opere, gli artisti e ora naturalmente anche sulle norme di sicurezza.

Il lavoro scultoreo di Berlinde indaga temi universali quali il corpo sofferente, il dolore, la memoria, la necessità di superamento e trasformazione.

Fortemente influenzata dalla storia dell’arte e dalla mitologia, così come dalla realtà quotidiana di strutture sociali in collasso, De Bruyckere crea opere dal forte impatto emotivo, che attraverso la propria materialità invitano a riflettere sulla condizione umana.

La Fondazione suggerisce di prenotare la visita dal sito www.fsrr.org o inviando una mail a biglietteria@fsrr.org o chiamando allo 011 3797600 (dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 17 e il sabato e la domenica dalle 12 e le 17) e specificando il giorno e l’orario

www.fsrr.org

Leave a Comment

ARTEVERONA 2020

Veronafiere  non rinuncia all’arte : rilancia e riprogramma ArtVerona per dicembre 2020 ARTEVERONA 2020     Veronafiere, annuncia il riposizionamento della 16a edizione di ArtVerona: la fiera d’arte moderna e contemporanea si svolgerà dall’11 al 13 dicembre 2020. La decisione

Leggi Tutto »

Fabula / Viaggio in Oriente

Tre artisti che rappresentano un proprio  mondo filtrato con gli occhi del viaggiatore ispirato dalla narrazione letteraria di Calvino, Byron e Parise Fabula / Viaggio in Oriente   Il museo del paesaggio di Torre di Mosto ospita opere di pittori

Leggi Tutto »

PIRANESI Roma BASILICO

Straordinarie vedute di Roma distanti due secoli : la grafica di Piranesi e gli scatti fotografici di Basilico  si confrontano a Venezia PIRANESI Roma BASILICO     Palazzo Cini fu la residenza veneziana di Vittorio Cini ,. Oggi è possibile

Leggi Tutto »

IGOR MITORAJ tra terra e mare

Nella pineta Alpemare di Forte dei Marmi , le monumentali sculture frammentate di Igor Mitoraj IGOR MITORAJ tra terra e mare     Igor Mitoraj non è nuovo della Versilia. A Pietrasanta, Forte dei marmi, Massa Carrara e Lucca il

Leggi Tutto »