AUGUSTO MURER (1922 – 1985)

Controllare preventivamente esattezza dei dati su mostra, orari di apertura, di ultimo ingresso e condizioni di accesso in relazione alle vigenti normative ANTICOVID

La prima mostra dedicata ad Augusto Murer nel primo centenario della nascita.

AUGUSTO MURER (1922 – 1985)

 

 

Il Comune di Belluno ha messo a disposizione Palazzo Sulcis, sede del museo civico, per una mostra che vuole rendere omaggio ad un artista, figlio delle dolomiti che non fu solo un grande scultore ma anche un uomo, e un intellettuale, che si immerse nella storia del suo tempo, come ha sottolineato lo scultore Elio Armano che delle celebrazioni per il centenario è stato il promotore e animatore.

Nato a Falcade nel 1922, dove ha sede il suo studio ora Museo Murer, Augusto Murer è noto ai più per i grandi bronzi espressionisti.

Suoi sono infatti, per citarne solo alcuni:

  • il monumento realizzato nel 1968 a Vittorio Veneto per il cinquantesimo della Prima guerra mondiale;
  • la grande figura in bronzo del 1974 sulla sommità del Grappa;
  • il celebre monumento alla “Partigiana”, realizzato in collaborazione con Carlo Scarpa per essere collocato lungo la Riva che conduce ai Giardini della Biennale:
  • il grande portale della chiesa di Caxias do Sul, dedicato all’epopea degli emigranti veneti in Brasile.

Tuttavia, è nel disegno e nello scolpire il legno, materia prima delle sue vallate, facilmente reperibile e poco costosa, che Murer esprime la potente immediatezza della sua arte.

Sono in legno le opere dei secondi anni ’40, opere con cui partecipa a premi e concorsi che lo fanno conoscere e lo portano all’esordio milanese nel 1953 con una mostra che lo impose sulla scena nazionale.

Da lì un percorso fitto di opere, in legno e in bronzo, di disegni e di frequentazioni:

Con Mario Rigoni Stern, per il quale realizza la serie di acqueforti dedicate a “Il Sergente nella Neve”;

con Rafael Alberti, che gli dedica la poesia “Augusto Murer scultore 1977, con Andrea Zanzotto.

La mostra AUGUSTO MURER (1922 – 1985), curata da Dino Marangon, si sofferma, in particolare, sugli anni ’40 e ’50 dell’artista.

Sono quelli del fondamentale incontro con Arturo Martini, anni in cui Murer mette a punto un suo autonomo linguaggio, proprio operando con il disegno e con e sul legno.

Si trattò di un rapporto breve, racchiuso nel volgere dell’autunno 1943, “fino a quando il maestro e l’allievo dovettero abbandonare Venezia per seguire strade indicate da opposte ideologie”.

A proposito del maestro, Murer non esitò a riconoscere che Martin gli tolse le “cateratte dagli occhi” fornendogli una nuova visione dell’arte.

In parallelo con la mostra di Belluno il Museo Murer di Falcade propone la sua mostra per il centenario dal 18 giugno al 25 settembre 2022.

DATA INIZIO: 30/06/2022

DATA FINE: 18/09/2022

LUOGO: BELLUNO – Civico Museo di Palazzo Fulcis

TEL: +39 0437-913323

ORARI DI APERTURA

  • Martedì, mercoledì e venerdì 9.30 – 12.30 / 15.30 – 18.30
  • Giovedì 9.30.12.30
  • Sabato, domenica e festivi 10.00 – 18.30
  • (la biglietteria chiude 45 minuti prima)

 

INFO

 

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.