Albrecht Dürer

Il Leprotto di Dürer, capolavoro eseguito ad acquerello più di cinque secoli fa, torna a mostrarsi in pubblico dopo qualche anno di totale clausura

Albrecht Dürer

VIENNA – Albertina Museum
Albertinaplatz 1 Wien
Fino al 6 gennaio 2020

 

Für die Dürer-Ausstellung in der Albertina wird der „Feldhase“ aus dem Hochsicherheitsdepot geholt. (Foto: Fabian Nitschmann/dpa)
Für die Dürer-Ausstellung in der Albertina wird der „Feldhase“ aus dem Hochsicherheitsdepot geholt. (Foto: Fabian Nitschmann/dpa)

 

Il Museo Albertina, situato nel centro di Vienna, accoglie una delle collezioni di grafica più grandi del mondo, con più di 65.000 disegni e circa un milione di incisioni.

Fino al 6 gennaio il Museo ripercorre la carriera di Albrecht Dürer con una mostra dai grandi numeri.

Albrecht Dürer, considerato il massimo esponente della pittura tedesca rinascimentale, nasce il 21 maggio 1471 a Norimberga dove vive la maggior parte della sua vita e muore nel 1528.

La profonda conoscenza della tecnica di incisione sui metalli trasmessagli dal padre gli permetterà di realizzare i suoi celebri lavori a bulino e acquaforte.

Conoscitore della pittura italiana e fiamminga del tempo diventa pittore di corte degli imperatori Massimiliano I e Carlo V.

L’Albertina vanta ben 140 disegni del maestro di Norimberga,

La mostra pur presentando gran parte di opere in possesso del Museo ha un carattere straordinario.

Molte opere in mostra non potranno infatti più essere esposte per lungo tempo.

Su tutti spicca il famosissimo acquerello del 1502 che raffigura un leprotto, di una suprema raffinatezza tecnica ed estetica, di una bellezza incredibile.

Il leprotto è stato scelto dal Museo come simbolo per rappresentare il proprio ricco patrimonio storico-artistico.

Mostrato in un evento eccezionale per poche ore tre anni fa, dopo la mostra, il leprotto tornerà per lungo tempo in deposito al buio e chissà quando potrà essere rivisto.

In mostra, duecento opere tra disegni e acquerelli e alcuni importanti dipinti da prestiti internazionali.

Non mancano documenti rari e appunti personali che contribuiscono ad approfondire lo spirito creativo di Dürer e il suo modus operandi.

 

ORARI

Tutti i giorni, dalle ore 10:00 alle 18:00 (mercoledì e venerdì fino alle 21:00).


INFO

Tel: +43 1 534 83 540

Website: www.albertina.at

Leave a Comment

Akira Zakamoto – Atelier Montez

In queste tele rivivono Gundam, Actarus, Devilman e Goldrake. Guerrieri ed eroi, eletti a giustizieri supremi nella pittura di immagini tutt’altro che sentimentali, quanto più evocative e significative Akira Zakamoto – Atelier Montez la mostra dell’artista Akira Zakamoto, che rimarrà

Leggi Tutto »
EQUIPE 48

EQUIPE 48

La soffitta dell’amico si trovava poi in un tratto di portico che ogni giorno percorrevamo con le nostre discussioni, quasi a metà del percorso EQUIPE 48     Ci trovavamo nella soffitta sopra il negozio e l’abitazione di uno degli

Leggi Tutto »
Antonio Verrio The Sea Triumph of Charles II c.1674 The Royal Collection Trust/© Her Majesty Queen Elizabeth II 2019

British Baroque Power and Illusion

Una grande mostra sul barocco britannico e sul ruolo dell’arte nella costruzione di una rinnovata visione della monarchia British Baroque Power and Illusion LONDRA –Tate Britain Millbank, Westminster, London SW1P 4RG Dal 4 febbraio al 19 aprile 2020    

Leggi Tutto »
Giuseppe De Nittis: Westminster, 1878. Olio su tela, cm 110 x 192. Courtesy Marco Bertoli

DE NITTIS e la rivoluzione dello sguardo

Uno speciale gemellaggio culturale tra Ferrara e Barletta con due grandi mostre parallele: Barletta ospita il ferrarese Boldini, Ferrara ospita il barlettano De Nittis DE NITTIS e la rivoluzione dello sguardo FERRARA – PALAZZO DEI DIAMANTI Corso Ercole I d’Este,

Leggi Tutto »
George Brecht Incidental Music 1961. Performed by Ken Friedman, Geoff Hendricks, Al Hansen, and Ben Vautier (left to right) at “Milano Poesia”, Ansaldo, Milan, 1989. Photo: F. Garghetti. Courtesy of Fondazione Bonotto. Copyright © Fabrizio Garghetti. All Rights Reserved.

Sense Sound/Sound Sense

Sense sound/sound sense , grande mostra di Fluxus, movimento radicale d’avanguardia, dalla collezione  dell’imprenditore e collezionista veneto Luigi Bonotto Sense Sound/Sound Sense LONDRA – Whitechapel Gallery Whitechapel High Street – London, E1 United Kingdom FINO AL 2 FEBBRAIO 2020  

Leggi Tutto »