AFTER LEONARDO. Installazioni di Ettore Favini ed Eugenio Tibaldi

AFTER LEONARDO, concorso indetto dal Comune di Milano nell’ambito del progetto “Milano- Leonardo 500”

AFTER LEONARDO. Installazioni di Ettore Favini ed Eugenio Tibaldi

MILANO – Museo del Novecento
Palazzo dell’Arengario – Piazza Duomo,8
Dal 20 settembre 2019 al 12 gennaio 2020

AFTER LEONARDO. Installazioni di Ettore Favini ed Eugenio Tibaldi

 

LEONARDO da VINCI  500° dalla MORTE (1519 – 2019)

AFTER LEONARDO, concorso indetto dal Comune di Milano nell’ambito del progetto “Milano- Leonardo 500”

Tra i progetti che il Comune di Milano ha attivato per le celebrazioni del quinto centenario della morte di Leonardo da Vinci, spicca AFTER LEONARDO, concorso indetto dal Comune di Milano nell’ambito del progetto “Milano- Leonardo 500” per la progettazione e la produzione di opere di arte contemporanea ispirate a Leonardo da Vinci.

Tra gli ottanta progetti presentati sono state premiate due opere, classificate es aequo: Atlantico di Ettore Favini e Giardino abusivo di Eugenio Tibaldi, due opere che il Museo del Novecento esporrà dal 20 settembre e che entreranno a far parte della collezione permanente del museo stesso.

Le due opere offrono un’interpretazione particolarmente originale dei temi affrontati da Leonardo nel periodo della sua permanenza a Milano: natura e tecnologia, scienza e arte furono temi che Leonardo affrontò con continuità e sono anche i temi che hanno ispirato i lavori degli artisti premiati. Partendo da Leonardo   le due istallazioni propongono una riflessione su temi di stringente attualità: la sostenibilità e il rapporto con la natura.

Atlantico di Ettore Favini è una istallazione video multimediale che vuole interpretare con l’occhio alla realtà presente il Codice Atlantico di Leonardo, conservato alla Biblioteca Ambrosiana di Milano, con un esplicito riferimento a quei paesaggi e a quella nebbia poi tradotti nel famoso “sfumato” leonardesco.

Giardino abusivo di Eugenio Tibaldi è un’installazione in continuo divenire che regala una seconda vita, e un nuovo senso, agli oggetti. Allestita sulla rampa d’accesso al Museo, l’opera si compone di tre strutture, nelle quali piante e ortaggi nascono e crescono: una nuova forma di paesaggio contemporaneo che invita alla partecipazione e alla cura collettiva.

 

ORARI d’APERTURA
Lunedì 14.30 – 19.30
Martedì, mercoledì, venerdì e domenica 9.30 – 19.30
Giovedì e sabato 9.30 – 22.30

 

INFO e contatti
TEL: +390288444061
c.museo900@comune.milano.it

 

Leave a Comment

Zanele Muholi Ntozakhe II, Parktown 2016 Courtesy the artist and Stevenson Gallery © Zanele Muholi

Zanele Muholi

Tate Modern presenta il primo importante consuntivo di metà carriera dell’attivista visivo Zanele Muholi Zanele Muholi     Tate Modern è una delle più importanti Gallerie d’arte al mondo.   Ha sede presso un’antica centrale elettrica di Londra.   Con Tate Britain,

Leggi Tutto »
Niccolò dell’Arca, il San Domenico

La collezione Cavallini Sgarbi a Portogruaro

“La collezione Cavallini Sgarbi” a Portogruaro dimostra che  che investire in attività culturali è importante per la crescita del territorio La collezione Cavallini Sgarbi a Portogruaro     E’ incredibile. In tempi in cui più di qualcuno pensa ancora che

Leggi Tutto »
Franco Guerzoni, Epistola, 2020, foglio di rame acidato e dorato in galvanica e pigmenti su coccio di scagliola, cm 13x18x13

Franco Guerzoni. L’immagine sottratta

L’artista modenese che nelle vecchie pareti scrostate ha trovato ispirazione per le sue ricerche e produzioni Franco Guerzoni. L’immagine sottratta     Il Museo del Novecento presenta al pubblico, dal 3 aprile al 31 maggio 2020, Franco Guerzoni. L’immagine sottratta  

Leggi Tutto »