15. Biennale de Lyon. Là où les eaux se mêlent

La biennale di Lione 2019, attraverso l’idea dell’acqua, invita a riflettere sulla fluidità di capitali, i beni, informazioni e persone della società contemporanea

15. Biennale de Lyon. Là où les eaux se mêlent

LIONE – Sedi 1 e 2 e spazi urbani della città
1- Usines Fagor  65 rue Challemel Lacour – Lyon 7e
2- MAC Lyon Cité Internationale, 81quai Charles de Gaulle – Lyon 6e
Fino al 5 gennaio 2020

 

15. Biennale de Lyon. Là où les eaux se mêlent
15. Biennale de Lyon. Là où les eaux se mêlent

 

Dal 18 settembre 2019 al 5 gennaio 2020 si svolge la 15esima Biennale di Lione.

Per la prima volta la mostra trova spazio anche nella ex fabbrica di elettrodomestici Fagor- Brandt dismessa nel 2015.

La Biennale 2019 ha il titolo Là où les eaux se mêlent (“Là dove le acque si mescolano”), ispirato all’opera del poeta americano Raymond Carver e alla geografia della città.

Il tema guida proposto per il 2019 è pertanto il riferimento al movimento dell’acqua, come invito a riflettere sulla fluidità di capitali, beni, informazioni che segnano l’età contemporanea.

Tra le principali novità del 2019 la nuova direzione artistica.

Dopo 14 edizioni curate dallo storico dell’arte Thierry Raspail, co-fondatore nel 1991 della Biennale, la Direzione artistica passa ad Isabelle Bertolotti.

Viene riproposta una sezione dedicata agli artisti emergenti regionali e internazionali intitolata Young international artists/Biennale, che si terrà presso l’Institute of Contemporary Art (IAC) di Villeurbanne

Ogni curatore del team ufficiale della manifestazione è chiamato a scegliere e presentare cinque giovani artisti provenienti dalla regione di Auvergne-Rhône-Alpes.

La Biennale interessa anche Presqu’Île area della città scelta per ospitare alcune opere della Biennale, open space e site specific.

Un’iniziativa che mira a portare la manifestazione in strada, tra i passanti.

Espongono le loro opere una cinquantina di artisti internazionali, selezionati dal team curatoriale del Palais de Tokyo di Parigi.

 

ORARI

Vari secondo le sedi e le manifestazioni

Controllare nel sito

 

INFO

Tel: +33 (0) 4 27 46 65 60

E-Mail: info@labiennaledelyon.com

Website: www.labiennaledelyon.com

Leave a Comment

Akira Zakamoto – Atelier Montez

In queste tele rivivono Gundam, Actarus, Devilman e Goldrake. Guerrieri ed eroi, eletti a giustizieri supremi nella pittura di immagini tutt’altro che sentimentali, quanto più evocative e significative Akira Zakamoto – Atelier Montez la mostra dell’artista Akira Zakamoto, che rimarrà

Leggi Tutto »
EQUIPE 48

EQUIPE 48

La soffitta dell’amico si trovava poi in un tratto di portico che ogni giorno percorrevamo con le nostre discussioni, quasi a metà del percorso EQUIPE 48     Ci trovavamo nella soffitta sopra il negozio e l’abitazione di uno degli

Leggi Tutto »
Antonio Verrio The Sea Triumph of Charles II c.1674 The Royal Collection Trust/© Her Majesty Queen Elizabeth II 2019

British Baroque Power and Illusion

Una grande mostra sul barocco britannico e sul ruolo dell’arte nella costruzione di una rinnovata visione della monarchia British Baroque Power and Illusion LONDRA –Tate Britain Millbank, Westminster, London SW1P 4RG Dal 4 febbraio al 19 aprile 2020    

Leggi Tutto »
Giuseppe De Nittis: Westminster, 1878. Olio su tela, cm 110 x 192. Courtesy Marco Bertoli

DE NITTIS e la rivoluzione dello sguardo

Uno speciale gemellaggio culturale tra Ferrara e Barletta con due grandi mostre parallele: Barletta ospita il ferrarese Boldini, Ferrara ospita il barlettano De Nittis DE NITTIS e la rivoluzione dello sguardo FERRARA – PALAZZO DEI DIAMANTI Corso Ercole I d’Este,

Leggi Tutto »
George Brecht Incidental Music 1961. Performed by Ken Friedman, Geoff Hendricks, Al Hansen, and Ben Vautier (left to right) at “Milano Poesia”, Ansaldo, Milan, 1989. Photo: F. Garghetti. Courtesy of Fondazione Bonotto. Copyright © Fabrizio Garghetti. All Rights Reserved.

Sense Sound/Sound Sense

Sense sound/sound sense , grande mostra di Fluxus, movimento radicale d’avanguardia, dalla collezione  dell’imprenditore e collezionista veneto Luigi Bonotto Sense Sound/Sound Sense LONDRA – Whitechapel Gallery Whitechapel High Street – London, E1 United Kingdom FINO AL 2 FEBBRAIO 2020  

Leggi Tutto »